Società Dante Alighieri

"... Quello che noi promuoviamo è un'opera altamente ed essenzialmente civile e pacifica ... " (Dal manifesto di fondazione della "Dante" - 1889)

15.12.18

Auguri di Buone Feste dal Comitato della Dante Alighieri di Oslo!



IL COMITATO DELLA
DANTE ALIGHIERI DI OSLO AUGURA
AI PROPRI SOCI ED AMICI
UN BUON NATALE
E
UN FELICE ANNO NUOVO!



28.11.18

"UNA DIECIMILA LIRE": IL FILM DI LUCIANO LUMINELLI A OSLO



OSLO\ aise\28 novembre 2018 - Lunedì prossimo, 3 dicembre, alle ore 18.30, il Comitato della Dante Alighieri di Oslo, in compartecipazione con l’Istituto Italiano di Cultura, presenterà il film documentario "Una diecimila lire" (2016). La proiezione del film avrà luogo nella sala polifunzionale dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo in Oscarsgate 56 in presenza del regista Luciano Luminelli e dell’attore Sebastiano Somma

Girato a Irsina, in Basilicata, "Una diecimila lire" è una storia di emigrazione. Quella di Vincenzo, un bambino lucano che si trasferisce a Roma dove vive il fratello Michele. A fare da sfondo, i mitici anni sessanta del boom economico, che però per il Meridione resta ancora un miraggio.

20.11.18

Lunedì 3 dicembre: proiezione del film "Una diecimilalire" in presenza del regista Luciano Luminelli e dell'attore Sebastiano Somma


Carissimi soci ed amici, 
lunedì 3 dicembre alle ore 18:30 si svolgerà il nostro ultimo evento dell’anno presso l’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgate 56. Saremo lieti di presentarvi il film documentario 

Una diecimilalire


Il film è sottotitolato in inglese e sarà presentato dal regista Luciano Luminelli e dall’attore Sebastiano Somma





Girato a Irsina, in Basilicata, Una diecimila lire (2016) è una storia di emigrazione. Quella di Vincenzo, un bambino lucano che si trasferisce a Roma dove vive il fratello Michele. A fare da sfondo, i mitici anni sessanta del boom economico, che però per il Meridione resta ancora un miraggio. 

Siamo a Roma nel 1960. Il protagonista Vincenzo è un giovane intraprendente e volenteroso che all'età di appena undici anni ha deciso di scappare da un piccolo paesino della Basilicata, abbandonando la sua famiglia, per raggiungere il fratello calzolaio che vive a Roma. Sullo sfondo l’Italia del boom economico . Per il ragazzo è un nuovo inizio e insieme l’occasione per ottenere il proprio riscatto sociale. Vincenzo lavora in un bar e, grazie ad una donna che diventerà in seguito sua suocera, riesce a prendere la licenza elementare. Tutto sembra scorrere nel verso giusto, ma una triste scoperta sconvolge la sua vita; i guadagni del fratello non arrivano solo dalla bottega, ma anche da traffici poco chiari. Per aiutarlo, Vincenzo avvia un’attività commerciale, consolidando così la sua affermazione sociale nella capitale, vivendo però con rammarico la lontananza dalla famiglia d’origine e soprattutto dal fratello Giovanni. 
Quando, adulto e vincente, torna al paese tra la sua gente, per raggiungere il padre al capezzale, si riaffacciano con forza i ricordi di quando era bambino, e tra i rimpianti realizza che lontano dalle sue radici ha potuto vivere la sua vita solo a metà. 

Dopo la proiezione sarà offerto un piccolo rinfresco con il classico panettone per scambiarci gli Auguri di Buone Feste. Vi aspettiamo numerosi. 
Cordiali saluti 
Il Consiglio Direttivo di Oslo


8.11.18

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA - Evento 30 novembre

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA
Evento 30 novembre
In occasione della III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, il Comites di Oslo, in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo, l'Ambasciata d'Italia e varie organizzazioni di volontariato che operano sul territorio norvegese, organizza un evento di promozione dell'eccellenza agroalimentare italiana. L'iniziativa, inserita nel contesto di "The Extraordinary Italian Taste” promossa dal Ministero degli Affari Esteri, punta a far conoscere sempre di più al mercato norvegese le produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane, con particolare riferimento ai prodotti di qualità certificata; valorizzare il saper fare italiano; diffondere i valori unici della Dieta Mediterranea; presentare l'offerta formativa del nostro Paese nel settore enogastronomico e rafforzare la presenza della cucina italiana in Norvegia.
Vi aspettiamo il 30 novembre dalle 18.00 alle 22.00 presso la Ris Menighetshus, Risbakken 1, Oslo.
Ci sarà l’occasione di conoscere, oltre al Comites, anche le altre organizzazioni di volontariato che lavorano in Norvegia e Islanda in diversi settori culturali per la comunità italiana. Parteciperanno inoltre i rappresentanti delle istituzioni italiane a Oslo che fanno parte della rete estera del Ministero degli Affari Esteri (Ambasciata e Istituto Italiano di Cultura).
Ci saranno alcuni brevi intermezzi musicali durante la serata.
Sarà dunque possibile assaggiare qualche proposta culinaria e brindare tutti insieme al Natale che si avvicina.
È prevista la possibilità di partecipazione dei produttori italiani all'iniziativa.
Le società interessate a promuovere la propria attività possono far richiesta di partecipazione alla Camera di Commercio italo-norvegese entro e non oltre il 15 novembre 2018 inviando un messaggio a: info@nihk.no
Per motivi logistici e organizzativi, gli ospiti sono pregati di registrare la propria partecipazione sulla pagina FB dell’evento in Comites Oslo oppure mandare un messaggio a info@comitesoslo.org
Per ulteriori informazioni: jennifer.aramini@comitesoslo.org
L'iniziativa è organizzata dal COMITES DI OSLO in collaborazione con:
NORSK-ITALIENSK HANDELSKAMMER; ASSOCIAZIONE GIOVANE ITALIA; COMITATO DI OSLO SOCIETÀ’ DANTE ALIGHIERI; ASSOCIAZIONE ITALIANI IN NORVEGIA; COMUNITA’ CATTOLICA A OSLO; ASSOCIAZIONE IKIS A STAVANGER; ItaT: ITALIANI A TRONDHEIM

30.10.18

Lunedì 5 novembre: conferenza di Luca Paulesu sul tema "Antonio Gramsci - Una fantabiografia illustrata"

Carissimi soci ed amici,

lunedì 5 novembre, alle ore 18.30, si terrà la nostra terza conferenza autunnale nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà Luca Paulesu, che parlerà sul tema:

Nino mi chiamo: una fantabiografia illustrata
del piccolo Antonio Gramsci


Antonio Gramsci, 1891-1937

Tramite il suo libro, pubblicato da Feltrinelli nel 2012, Luca Paulesu ci farà avvicinare sia alla dimensione pubblica che privata di Antonio Gramsci. L’idea è che l’infanzia di Gramsci, trascorsa in Sardegna fino al suo trasferimento a Torino, rappresenti l’origine immaginaria del suo pensiero per come si ritroverà nelle sue “Lettere dal carcere” e nei suoi “Quaderni”, i due testi che costituiscono il palinsesto critico-filologico della ricerca grafica, satirica e tematica del libro. Paulesu ha ideato un “piccolo Nino” che ha già le caratteristiche del Gramsci maturo e lo ha collocato in ambienti della sua infanzia: il cortile di Ghilarza, la fontana del paese, il banco di scuola, la trave del soffitto a cui veniva appeso per irrobustirsi fisicamente, la camera da letto ove leggeva con la sorella Teresina fino a notte fonda. Il libro è un viaggio per immagini che ci guida, da un lato, alla dimensione politica di Gramsci e, dall'altro, al suo universo familiare, culturale e umano.

Antonio Gramsci, giornalista, politico e filosofo, è considerato uno degli intellettuali italiani più studiati al mondo. Fu il principale ideologo, oltre che co-fondatore, del Partito Comunista Italiano.
Nato ad Ales, in provincia di Oristano, nel 1891 e morto a Roma nell'aprile del 1937, trascorse un'infanzia tormentata, sia per problemi fisici (cagionati da una brutta caduta), sia per disavventure familiari, che videro suo padre finire in carcere e moglie e figli finire in miseria. Iscrittosi alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Torino, qui sposò le idee del socialismo, che ispirarono la sua attività di giornalista. Promosse, insieme con Amedeo Bordiga, la fondazione del Partito Comunista Italiano, tra le cui fila venne eletto deputato il 6 aprile del 1924.
Finito nel mirino di Mussolini e della repressione fascista, fu processato e condannato a 20 anni di carcere. Rinchiuso nella prigione di Turi (a Bari), qui scrisse i famosi Quaderni dal carcere, una raccolta di appunti di storia, politica e filosofia pubblicata postuma e destinata ad entrare tra i grandi classici del pensiero politico.

Luca Paulesu è nato a Firenze nel 1968. Arriva a pochi mesi a Ghilarza, nel centro della Sardegna, dove trascorre l’infanzia. Dai racconti della nonna Teresina, sorella prediletta di Antonio Gramsci, apprende le vicende politiche della famiglia. Studia Giurisprudenza a Firenze, dove vive e lavora. Ha pubblicato il libro a fumetti “Sotto il Nuraghe” (Artigianarte 2003), ha curato il catalogo “Fratelli d’Italia.150° Anniversario dell’unità celebrato per immagini” (Giunti 2011) e ha illustrato il libro di Ugo Mattei “L’acqua e i beni comuni” (Manifestolibri 2011). Ha collaborato come vignettista a numerose riviste.

29.10.18

24 ottobre: una rappresentanza del Comitato Dante Alighieri di Oslo effettua una visita a Palazzo Firenze, Sede Centrale della Dante

VISITA DI UNA PICCOLA RAPPRESENTANZA DEL COMITATO DANTE ALIGHIERI DI OSLO ALLA SEDE CENTRALE DELLA DANTE ALIGHIERI A ROMA - 24 OTTOBRE 2018

In occasione della presentazione del libro di Camilla Peruch "Tutte per la vittoria - Femmine, fate, massaie nella propaganda bellica, 1915-1918" presso la Galleria del Primaticcio di Palazzo Firenze a Roma, una piccola rappresentanza del Comitato Dante Alighieri di Oslo ha effettuato una visita guidata alla Sede Centrale della Società Dante Alighieri, il 24 ottobre. La piccola rappresentanza è stata accolta dal Vice Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Andrea Vincenzoni, e dalle dottoresse Dorina Fontana e Chiara Barbato, storica dell'arte.

Il libro di Camilla Peruch si è ispirato ad un diario di viaggio dell'autrice tra i Comitati norvegesi della Dante nel novembre 2017.

Per vedere il video della presentazione del libro di Camilla Peruch cliccare qui


Nel giardino di Palazzo Firenze

Da sinistra, la dott.ssa Dorina Fontana, il Vice Segretario della Dante, Andrea Vincenzoni,
la dott.ssa Chiara Barbato, storica dell'arte

All'interno nel cortile di Palazzo Firenze

 Video della presentazione del libro di Camilla Peruch in presenza del Segretario Generale della Dante, Alessandro Masi; e della scritrrice Dacia Maraini
Da sinistra, il Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Alessandro Masi,
la scrittrice Dacia Maraini, l'autrice del libro "Tutte per la vittoria", Camilla Peruch
Per vedere il video clicca qui

Foto con Dacia Maraini e Camilla Peruch





 

7.10.18

Lunedì 22 ottobre: Quarto incontro di lettura della Divina Commedia: VII e VIII Canto dell'Inferno

Nell'ambito della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, ricordiamo ai soci del Comitato Dante di Oslo il quarto incontro di lettura della Divina Commedia, che si terrà all'Istituto Italiano di Cultura (Oscarsgt. 56, Oslo), lunedì 22 ottobre alle ore 18:30. Coordinatore dell'incontro il Sig. Michele D'Amico. Non è necessaria la prenotazione essendo l'incontro aperto a tutti. 
L'iniziativa è una collaborazione del Comitato Dante Alighieri di Oslo con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
Per ulteriori informazioni cliccare qui

27.9.18

Domenica 30 settembre: concerto del Rossini Opera Festival all'Opera House di Oslo

Nel contesto delle celebrazioni del 150.mo anniversario della morte di Gioacchino Rossini, il Rossini Opera Festival, il celebre festival di Pesaro, effettuerà una tournée a Oslo alla fine di settembre, nel corso della quale sono previsti un concerto all’Opera House e due master-class del Maestro Ernesto Palacio, direttore artistico del Festival.

Il concerto avrà luogo domenica 30 settembre 2018, alle 18.30, all’Opera House di Oslo. Il mezzosoprano Aurora Faggioli, il tenore Shanul Sharma e il basso Elcin Huseynov, accompagnati al pianoforte da Olesya Tutova, eseguiranno celebri arie tratte dalle opere Maometto II, Il Barbiere di Siviglia, L’Italiana in Algeri, La Cenerentola.

Il giorno precedente, sabato 29 settembre, sempre all'Opera House, il Maestro Ernesto Palacio terrà due master-class relative al repertorio del grande compositore pesarese, con inizio rispettivamente alle ore 11.00 ed alle ore 16.00, cui parteciperanno alcuni cantanti dell'Opera, dell'Accademia di Musica Norvegese e della Scuola di Canto Lirico di Oslo.

Gli interessati al concerto e alle master-classe potranno acquistare i biglietti direttamente presso la biglietteria dell’Opera ovvero alle pagine web - https://operaen.no/en/performances/feiring-av-rossini-jubileet-konsert/ e - https://operaen.no/en/performances/mesterklasse-fra-rossini-opera-festival/.

Alla realizzazione dei due eventi hanno contribuito il Rossini Opera Festival e l'Opera Nazionale Norvegese in collaborazione con l’Ambasciata d'Italia e l’Istituto Italiano di Cultura a Oslo.

26.9.18

Lunedì 8 ottobre 2018: mostra fotografica e conferenza di Alberto Di Mauro sul tema "Il significato del vedere"


Carissimi soci ed amici, 
lunedì 8 ottobre, alle ore 18.30, si terrà la nostra seconda conferenza autunnale nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà Alberto Di Mauro, che parlerà sul tema:

Il significato del vedere

Un collage di foto di en nico (Alberto Di Mauro)

en nico (Alberto Di Mauro) nome d’arte di un viaggiatore che per anni ha visitato luoghi sparsi su tutto il nostro pianeta, traducendo in immagini fotografiche la sua originale e personale percezione della realtà. Sue esposizioni sono state organizzate in Italia e in altri Paesi tra i quali, Ungheria, Stati Uniti, Kazakistan e Russia, dove nel Museo Multimedia di Mosca ha presentato una sua ampia personale, “Realismo e Surrealismo” comprendente più di 200 foto. È stato ospite in varie riviste on line, ha partecipato a programmi radiofonici e a master class sulla fotografia.

Nato a Messina, Alberto Di Mauro si è trasferito da giovane a Roma. In questa città, presso l’Università “La Sapienza”, si è laureato in Lettere e successivamente in Lingue Straniere, conseguendo anche il diploma di Bibliotecario. Ha continuato poi i suoi studi in Norvegia, dove ha soggiornato per alcuni anni. Il suo lavoro di addetto culturale, che lo ha portato a dirigere numerosi prestigiosi Istituti Italiani di Cultura nel mondo (Tel Aviv, Edimburgo, Dakar, Berlino, Jakarta, Tokyo, Mosca, Los Angeles), ha facilitato la sua costante passione di scoprire nuovi posti e nuove culture. È membro onorario dell’Accademia di Belle Arti di Mosca. Dall’età di 18 anni si interessa alla fotografia, ma negli ultimi 10 anni la tecnica digitale gli ha permesso di caratterizzare in modo più specifico i suoi lavori.
Principali mostre: “Altri mari e…dintorni”, Museo del Carretto Siciliano, Palazzo Daumale, Terrasini (Palermo) 2010; “Un italiano in Russia”, mostra itinerante in Russia (Omsk, Samara, Togliattigrad, Novosibirsk, Krasnojarsk, Kazan) 2010/2011; “Realismo e Surrealismo” (Fashion and Style in Photography), Multimedia Art Museum, Mosca 2011; “Roma Budapest Roma - andata e ritorno”, Istituto Italiano di Cultura, Budapest 2015; “Immota Mutantur. Una lente sulla realtà”, Palazzetto dei Nobili, L’Aquila 2016 – Mediamuseum, Pescara 2016. 
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo "en nico: viaggiando nell’immaginario fotografico” (Gangemi International 2017).




Nell’ambito della Giornata del Contemporaneo – Italian Contemporary Art, dedicata alla valorizzazione e diffusione del complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea italiana, dopo la conferenza sarà inaugurata la mostra fotografica Viaggiando nell’immaginario fotografico di en nico (Alberto Di Mauro) e sarà servito un piccolo rinfresco.

18.9.18

Dall'archivio del Comitato Dante Alighieri di Oslo: targa commemorativa di Francesco Negri a Capo Nord

TARGA COMMEMORATIVA DI FRANCESCO NEGRI A CAPO NORD

Il 6 agosto 1979 il Presidente del Comitato della Dante Alighieri di Oslo, Gerd Enderud (deceduta il 16 giugno 1982 in un incidente stradale in Sud Italia), consegnava alle autorità del Comune di Capo Nord una targa commemorativa di Francesco Negri (Ravenna, 27 marzo 1623 – Ravenna, 27 dicembre 1698), che nel 1664 raggiunse il confine d’Europa “Franciscus Negri, Italus de Ravenna, ad finem Europae pervenit”. La targa è opera dello scultore fiorentino Bino Bini. Qui puoi leggere il discorso tenuto da Gerd Enderud alle autorità di Capo Nord (versione italiana)



MINNEPLATEN OVER FRANCESCO NEGRI I NORDKAPP

Den 6. august 1979 overrakte Gerd Enderud (formann til Dante Alighieri-foreningen i Oslo, som døde 16. juni 1982 ved en bilulykke i Sør Italia) en minneplate over Francesco Negri (Ravenna, 27. mars 1623 – Ravenna, 27. desember 1698) til representanter for Nordkapps Vel og Nordkapp Kommune. Francesco Negri nådde Nordkapp, Europas ytterste grense, i 1664. Minneplaten ble kunstnerisk utført av billedhuggeren Bino Bini i Firenze. Her kan du lese Gerd Enderuds tale til de norske myndigheter i Nordkapp (norsk tekst).

29.8.18

Lunedì 10 settembre: conferenza di Pino Suriano sul tema "Come si riscopre e comunica un valore culturale: Matera e i Parchi letterari della Basilicata"

Carissimi soci ed amici,
la nostra prima conferenza autunnale avrà luogo lunedì 10 settembre alle ore 18:30 nella sala polivalente dell`Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscars gate 56. Nostro ospite sarà il giornalista Pino Suriano che terrà una conferenza dal titolo:

Come si riscopre e comunica un valore culturale:
Matera e i Parchi letterari della Basilicata
Matera
La conferenza propone un momento di riflessione su un’area del Sud Italia riconosciuta come modello per la valorizzazione delle risorse culturali del territorio e una loro comunicazione in ottica turistica e culturale. Le vicende di Matera (prima definita “vergogna d’Italia” poi divenuta Capitale Europea della Cultura per il 2019) e dei Parchi Letterari della Basilicata possono perciò rappresentare un’esperienza verso cui guardare per la valorizzazione di un patrimonio culturale.

Pino Suriano, insegnante e giornalista. Ha collaborato con alcune testate nazionali italiane e presiede il Comitato di Matera della Società Dante Alighieri. Ha ideato percorsi innovativi per l’apprendimento della lingua italiana anche in relazione ai nuovi linguaggi dei social network.

Alla conferenza farà seguito un piccolo rinfresco (bevande e pizza).

28.6.18

Invitasjon til utstillingsåpning "Mythos" av Dante-medlem Oddvin Horneland

INVITASJON TIL USTILLINGSÅPNING "MYTHOS" AV DANTE-MEDLEM ODDVIN HORNELAND
Myter er hypoteser, tvil. I Hornelands gjenfortelling er tvilen lagt til vår tid
Onsdag 4. juli, kl.18:00, Kunstnernes Hus, Avdeling Kunstakademiet.

Vi har gleden av å invitere til utstillingsåpning "Myhtos" av Oddvin Horneland, som er medlem av Dante Alighieri-forening i Oslo. Tre av hans utstilte verk kommer fra Italia. Spre det glade budskap og ta med venner! Velkommen!

----
Siamo lieti di invitarvi all'apertura della mostra "Mythos" del socio della Dante Alighieri di Oslo Oddvin Horneland. 
Tre delle sue opere provengono dall'Italia.
Mercoledì 4 luglio, ore 18.00, presso Kunstnernes Hus, Avdeling Kunstakademiet. Benvenuti!

13.6.18

Conferenza di Terje Selmer sul Purgatorio di Dante e cena estiva del Comitato della Dante di Oslo


Grande partecipazione alla cena estiva del Comitato Dante Alighieri di Oslo svoltasi martedì 12 giugno presso un pittoresco ristorante con vista sul fiordo di Oslo. La cena è stata preceduta dalla conferenza di Terje Selmer sul tema Il Purgatorio di Dante: background, struttura e alcuni esempi di espiazione dei sette peccati capitali. L'evento è stato allietato dalla presenza dell'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Alberto Colella. 






Da sinistra: l'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Alberto Colella, con il conferenziere della serata, Terje Selmer


Nella foto, l'Ambasciatore Alberto Colella con il conferenziere Terje Selmere e il Vice Presidente del Comitato di Oslo della Dante, Anne Nystrøm
Nella foto, l'Ambasciatore d'Italia Alberto Colella con il conferenziere Terje Selmer e il Consigliere onorario del Comitato di Oslo della Dante, Marianne Zimmer

31.5.18

Ci ha lasciato Giovanna Petitti, colonna della Dante Alighieri a Bergen

Diamo la triste notizia che, circondata dall'affetto dei suoi tre figli, è venuta a mancare alle 2.30 della notte tra il 29 e il 30 maggio 2018 la professoressa Giovanna Petitti. 
Giovanna Petitti, nata a Roma il 26 marzo 1929, è stata una colonna per la promozione della lingua e cultura italiane in Norvegia, soprattutto a Bergen, dove risiedeva dalla metà degli anni 60. E' stata nominata Commendatore OMRI nel 2004, trasformata poi in Commendatore OSSI.

Giovanna Petitti è stata docente di italiano all'Università di Bergen, vice console onorario italiano a Bergen e per molti anni presidente del comitato della Dante Alighieri di Bergen. In tutti questi ruoli è stata attivissima nella promozione della lingua e della cultura italiana. Ha seguito e guidato il Centro culturale italiano/la Dante di Bergen e abilmente messo in sinergia le loro attività con l’insegnamento dell’italiano all'Università, dove per vari anni c'è stato anche un lettore di italiano. Giovanna Petitti era una persona di grande cultura e di grande entusiasmo ed è sempre stata disponibile e fortemente motivata a collaborare con i vari Comitati norvegesi della Dante, anche dopo aver lasciato ad altri la guida operativa delle attività da lei egregiamente seguite.

La scomparsa di Giovanna Petitti lascia un vuoto incolmabile nella comunità della Dante in Norvegia.
Che la terra le sia lieve.

28.5.18

Martedì 12 giugno 2018: Conferenza di Terje Selmer sul tema "Il Purgatorio di Dante: background, struttura e alcuni esempi di espiazione dei sette peccati capitali"

Carissimi soci ed amici,
martedì 12 giugno, alle ore 18:00, la nostra consueta conferenza si svolgerà presso il ristorante Rodeløkken kafé a Bygdøy (Wedels vei 1) e sarà seguita dalla cena estiva con la quale chiuderemo il primo semestre 2018 delle nostre attività. 
Nostro ospite sarà Terje Selmer, che terrà una conferenza in norvegese dal titolo:

Dantes Purgatorio: Bakgrunn, struktur og noen eksemplerpå soning av de syv dødssynder

(Il Purgatorio di Dante: background, struttura e alcuni esempi di espiazione dei sette peccati capitali)



William Blake: La porta del Purgatorio

La conferenza verterà brevemente sul concetto delle fonti e del posto del Purgatorio nella Chiesa cattolica fino a Dante, sulla collocazione geografica del Purgatorio di Dante, sui sette peccati capitali e come Dante li suddivide nel Purgatorio. 

Terje Selmer è stato 1. amanuensis presso la Norges Handelshøyskole e presso la Handelshøyskolen BI ed è attualmente Consigliere del Direttivo della Dante Alighieri di Halden/Fredrikstad. 

-----------

Prima della conferenza sarà offerto un bicchiere di Prosecco o succo di frutta. Dopo la conferenza sarà servita la cena estiva al costo di 450,- kr. Per le modalità di prenotazione e pagamento della cena rivolgersi a: segreteria.danteoslo@gmail.com 

10.5.18

Fresco di Stampa "Tutte per la vittoria. Femmine, fate, massaie nella propaganda bellica 1915-1918"

FRESCO DI STAMPA
È stato recentemente pubblicato il libro Tutte per la vittoria. Femmine, fate, massaie nella propaganda bellica 1915-1918 (Kellermann Editore) a cura di Camilla Peruch, a seguito di un suo giro di conferenze presso i Comitati norvegesi della Dante in cui ha parlato del ruolo assegnato alle donne italiane nella propaganda bellica della Grande Guerra. Camilla Peruch ha tenuto la sua conferenza dal titolo "Grande Guerra: le donne e la propaganda" per il Comitato della Dante di Oslo presso Det italienske kulturinstitutt i Oslo - IIC Oslo il 13 novembre 2017.
Il libro sarà presentato il 12 maggio alle ore 11.30 nel Padiglione della Regione Veneto ospite al Salone Internazionale del libro di Torino. Assieme a Camilla Peruch ci sarà Dacia Maraini, che ha curato la prefazione. 

Così Camilla Peruch nella Nota al Lettore: "I contenuti di questo libro rappresentano il risultato di un viaggio che ho compiuto nel novembre del 2017 in Norvegia tra Oslo, Trondheim, Bergen e Kristiansand per raccontare ai Comitati norvegesi della Società Dante Alighieri come la propaganda abbia utilizzato l'immagine femminile durante la Grande Guerra. La decisione di impostare il racconto come un diario di viaggio nasce proprio dalla volontà di far rivivere quell'esperienza, rivelatasi motivo di riflessione attorno a tematiche femminili e occasione di confronto tra realtà differenti".

Articolo pubblicato da "La Tribuna" di Treviso il 9 maggio 2018


Nella foto Camilla Peruch con Sergio Scapin, Presidente del Comitato della Dante Alighieri di Oslo
13 novembre 2017


26.4.18

LunedÌ 30 aprile 2018: Clara Bencivenga Trillmich racconta gli "Itinerari reconditi della Città Eterna" a Oslo

OSLO\ aise\13.04.2018 - Lunedì 30 aprile, alle ore 18.30, Clara Bencivenga Trillmich terrà per il Comitato della Dante di Oslo una conferenza dal titolo "Itinerari reconditi della Città Eterna: i nuovi musei archeologici di Roma". La conferenza avrà luogo nella sala eventi dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo. 
Clara Bencivenga Trillmich terrà la stessa conferenza anche per i Comitati della Dante di Stavanger (16 aprile), Bergen (18 aprile) e Trondheim (24 aprile). 
La conferenza illustra il sistema dei nuovi musei archeologici che, negli ultimi venti anni, sono venuti ad arricchire il già peraltro ampio panorama della museologia romana, soprattutto in quel campo così straordinario e peculiare della città che è quello della storia di Roma antica e medievale. Essa costituisce, così, un itinerario stimolante di conoscenza attraverso siti archeologici e patrimoni museali meno noti della Città Eterna: e quindi, un invito a visitarla di nuovo.

17.4.18

Lunedì 30 aprile 1018: conferenza di Clara Bencivenga Trillmich sul tema "Itinerari reconditi della Città Eterna: i nuovi musei archeologici di Roma"

Carissimi soci ed amici, 
siamo lieti di invitarvi alla conferenza dell’archeologa Clara Bencivenga Trillmich, che si terrà lunedì 30 aprile, alle ore 18.30, nella sala eventi dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56.
Tema della conferenza:
Itinerari reconditi della Città Eterna:
 i nuovi musei archeologici di Roma 


La conferenza illustra il sistema dei nuovi musei archeologici che, negli ultimi venti anni, sono venuti ad arricchire il già peraltro ampio panorama della museologia romana, soprattutto in quel campo così straordinario e peculiare della città che è quello della storia di Roma antica e medievale. Essa costituisce, così, un itinerario stimolante di conoscenza attraverso siti archeologici e patrimoni museali meno noti della Città Eterna: e quindi, un invito a visitarla di nuovo!

Clara Bencivenga Trillmich si è laureata in Archeologia classica presso l’Università di Napoli (1976) con una tesi sulla topografia e l’urbanistica dell’antica città greca di Selinunte, in Sicilia e specializzata successivamente in Archeologia Classica presso la Scuola Nazionale di Archeologia dell’Università “La Sapienza” di Roma. 
Dal 1978 al 1982 ha lavorato come ‘Ispettore archeologo’ con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali di Salerno e Napoli, centrandosi sulla problematica e sull’attività di scavo e tutela delle colonie greche dell’Italia meridionale (l’antica Magna Grecia), nonché a Capua e a Pompei. Dal 1982 è sposata con l’archeologo tedesco Walter Trillmich.
Dal 1983 al 2017 ha lavorato con il Ministero degli Affari Esteri, presso gli Istituti Italiani di Cultura di Madrid, Berlino, Copenaghen e Vienna. Ha tenuto numerosissime conferenze – sia a livello scientifico in seminari e congressi specialistici, sia a livello divulgativo per promuovere la conoscenza del nostro patrimonio archeologico all’estero – ed ha pubblicato numerosi articoli scientifici in riviste specializzate.

12.4.18

26 e 27 aprile 2018: Conferenze su Dante e la Divina Commedia presso l’Università di Oslo a cura della Professoressa Annalisa Cipollone, Università di Durham (UK)


Conferenze su Dante e la Divina Commedia presso l’Università di Oslo

Ricordiamo ai nostri soci che a fine aprile l’Università di Oslo organizzerà due conferenze su Dante e la Divina commedia, che saranno tenute da Annalisa Cipollone, professoressa  di Letteratura italiana all’Università di Durham (UK).
La prima conferenza in lingua italiana I personaggi di Dante dentro e fuori la ‘Commedia’ avrà luogo giovedì 26 aprile, ore 12:15, Blindern, P.A. Munchs Hus, Stanza 360. Per ulteriori informazioni cliccare qui.
La seconda conferenza in lingua inglese Exiled Authors, Exiled Texts: Dante's ‘Divine Comedy’ avrà luogo venerdì 27 aprile, ore 11:15, Blindern, P.A. Munchs Hus, Stanza 360. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

I nostri soci sono cordialmente invitati a partecipare.

27.3.18

Lunedì 9 aprile 2018: “Andare, camminare, lavorare” di Angelo Ferracuti

Cari soci ed amici,

siamo lieti di invitarvi alla presentazione del libro "Andare, camminare, lavorare" a cura dell'autore Angelo Ferracuti.

L'evento, organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con il Comitato della Dante Alighieri di Oslo e con l'Associazione degli italiani in Norvegia, avrà luogo all'Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt, 56 lunedì 9 aprile alle ore 18.30.

Nel suo libro Andare, camminare, lavorare Angelo Ferracuti ci presenta un viaggio da lui effettuato in Italia per raccontare i luoghi attraverso i portalettere. Un modo originale e suggestivo per conoscere pezzi di vita quotidiana degli italiani e i posti in cui vivono. “I portalettere registrano, guardano, si accorgono. Non sfugge loro niente, tutto messo da parte in un luogo segreto della memoria. Oggetti, visi, sguardi, profumi. Sanno i dolori, le malattie, ma riescono a intuire anche gli stati improvvisi di felicità.” Se un occhio potesse osservarli tutti adesso, li vedrebbe contemporaneamente, i tanti portalettere italiani, con passi differenti e diversa altezza, colore dei capelli, occhiali da sole e da miopi. Passi diversi, tutti in movimento, frenetici su giroscale deserti, impettiti in attesa davanti al cancello di una palazzina residenziale, fermi sulle soglie degli appartamenti, attraversare in bicicletta una cittadina della provincia fischiettando, dentro le auto di servizio nelle vie di città o negli scooter lanciati sui rettifili, lentamente avanzare a velocità ridotta sulle stradine solitarie di una campagna con prati verdi e alberi secolari. Sanno dei morti, quelli che non ci sono più, li ricordano ogni volta che arrivano sulle soglie degli appartamenti, sbirciano una fotografia appesa alla parete, conoscono gli avi dai molti racconti dei parenti sopravvissuti, alcuni di loro hanno visto nascere i figli dei figli di quelli che se ne sono andati, contano le somiglianze. Se volete sapere di un certo Gregorio, un notaio del Centro Italia, il suo portalettere sa che andava in vacanza ogni anno a Ginevra e che era scapolo. Alcuni dicevano avesse una donna da quelle parti, altri avrebbero giurato una figlia illegittima avuta con una donna della borghesia lombarda, s'erano fatte parecchie congetture ma sul manifesto funebre c'era solo il nome di un lontano nipote...

Angelo Ferracuti è nato a Fermo nel 1960. Reporter e scrittore, Ferracuti ha collaborato con «Diario» e oggi con «Il manifesto».
Ha pubblicato, fra l'altro, i romanzi: "Norvegia" (Transeuropa 1993), "Attenti al cane" (Guanda 1999), "Nafta" (Guanda 2000), "Un poco di buono" (Rizzoli 2002). E reportage narrativi: "Le risorse umane" (Feltrinelli 2006), "Viaggi da Fermo" (Laterza 2009), "Il mondo in una regione" (Ediesse 2009) e "Il costo della vita" (Einaudi 2013).






2.3.18

22.-25. mars - Cinemateket i Oslo - Italiensk filmfestival


26.2.18

Lunedì 12 marzo 2018: conferenza di Alberto Carlo Milani sul tema "La Frontiera Digitale: Opportunità per esportare eccellenza italiana"

Carissimi soci ed amici,
lunedì 12 marzo, alle ore 18.30, si terrà la nostra seconda conferenza dell’anno nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà Alberto Carlo Milani, che parlerà sul tema "La Frontiera Digitale: Opportunità per esportare eccellenza italiana".

Kjære medlemmer og venner,
Mandag 12. mars kl.18:30 arrangerer vi årets andre foredrag ved Det italienske kulturinstituttet i Oscarsgate 56. Foredraget holdes av Alberto Carlo Milani, som vil rette søkelyset på viktigheten i bruk av teknologisk innovasjon og nytenking som eksportmiddel av italienske høykvalitetsprodukter, altså produkter Made in Italy.

La Frontiera Digitale:
 Opportunità per esportare eccellenza italiana


Alberto Carlo Milani


Nella sua conferenza Alberto Milani si soffermerà sull’importanza di promuovere il sistema Italia attraverso l’innovazione tecnologica come mezzo di esportazione delle nostre eccellenze. 
Parlerà inoltre dei valori rilevanti del Made in Italy come mezzo di comunicazione culturale ed economico, della globalizzazione culturale che accompagna i nostri prodotti e servizi e dell’importanza del servizio al cliente come mezzo di esportazione dell'ospitalità italiana. 

Alberto Milani dirige la Luxury Division di Richline Group, una Berkshire Hathaway Company ed è Presidente della Camera di Commercio italo-americana a New York. 
Prima di entrare a far parte del Richline Group ha ricoperto incarichi direttivi con Procter & Gamble, Sector Sport Watches, Bulgari e Buccellati recentemente venduti al conglomerato cinese Gangtai Group. 
Milani è uno dei massimi esperti del settore lusso, è relatore in importanti convegni e simposi di comunicazione e strategia aziendale.
Il suo approccio visionario è stato riconosciuto con importanti pubblicazioni dalle principali università di tutto il mondo. Le sue strategie di management e posizionamento aziendale, grazie all’approccio innovativo in tutti gli aspetti del marketing mix, oggi sono punto di riferimento e case history per le nuove generazioni di manager. 

29.1.18

L’EMIGRAZIONE ITALIANA IN NORVEGIA DALL’OTTOCENTO A OGGI: SE NE PARLA ALL’IIC CON MONICA MISCALI

OSLO\ aise\29 gennaio 2018 - Lunedì 12 febbraio, alle ore 18.00, si terrà presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo l’Assemblea Generale del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri e a seguire, alle 18.30, la conferenza per i soci di Monica Miscali sul tema "Aspetti dell’emigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento ai giorni nostri"
La conferenza si propone di affrontare il tema dell’immigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento fino ai nostri giorni. L’immigrazione italiana in Norvegia non è stata un fenomeno univoco, ma piuttosto mutevole, che si è trasformato nel tempo assumendo connotati diversi nei diversi periodi storici. Fino al Settecento non si può parlare infatti propriamente di emigrazione, ma si trattava piuttosto di viaggi per scopi diversi che andavano da quelli religiosi a quelli commerciali. La conferenza oltre ad analizzare quali furono le ragioni di fondo che portarono gli italiani in un Paese così lontano come la Norvegia, intende prendere in considerazione i cambiamenti legislativi e analizzare il modo in cui gli italiani furono accolti, percepiti e tutelati da parte delle istituzioni e della società norvegesi.

27.1.18

Lunedì 12 febbraio 2018: conferenza di Monica Miscali sul tema "Aspetti dell’emigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento ai giorni nostri"

Carissimi soci ed amici,

lunedì 12 febbraio, alle ore 18.00, si terrà l’Assemblea Generale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscarsgt. 56) e a seguire, alle 18.30, la nostra prima conferenza dell’anno. Ospite della serata sarà la prof.ssa Monica Miscali, che parlerà sul tema:

Aspetti dell’emigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento ai giorni nostri


Musicista italiano della fine dell’800
 (da "Innvandringen til Norge"di Kjeldstadli e Brochmann, Pax Forlag)

La conferenza si propone di affrontare il tema dell´immigrazione italiana in Norvegia dall´Ottocento fino ai nostri giorni. L’immigrazione italiana in Norvegia non è stata un fenomeno univoco, ma piuttosto mutevole, che si è trasformato nel tempo assumendo connotati diversi nei diversi periodi storici. Fino al Settecento non si può parlare infatti propriamente di emigrazione, ma si trattava piuttosto di viaggi per scopi diversi che andavano da quelli religiosi a quelli commerciali. La conferenza oltre ad analizzare quali furono le ragioni di fondo che portarono gli italiani in un paese cosi lontano come la Norvegia, intende prendere in considerazione i cambiamenti legislativi e analizzare il modo in cui gli italiani furono accolti, percepiti e tutelati da parte delle istituzioni e nella società norvegese.

Monica Miscali, storica, ha conseguito il dottorato di ricerca presso l'Istituto Universitario Europeo di Firenze e il post-dottorato presso l'Università di Ginevra. Ha lavorato come professore associato in varie università tra cui l'università di Bath (UK) e l'università di Oslo. Lavora attualmente nel dipartimento di storia della NTNU. Si è occupata di storia economica e di storia delle donne e attualmente si occupa di ricostruire il processo migratorio degli italiani in Norvegia. 
Ha pubblicato recentemente sulle migrazioni degli italiani in Norvegia i seguenti articoli: 
-Migranti, venditori ambulanti o vagabondi? L´emigrazione italiana in Norvegia nell´Ottocento in Altreitalie. Rivista internazionale di studi sulle migrazioni italiane nel mondo, n. 54, Accademia University Press, 2017. 
-Gli immigranti della vergogna: venditori ambulanti italiani in Norvegia, in Edito, inedito e riedito a cura di Vera Nigrisoli Wärnhjelm, Alessandro Aresti, Gianluca Colella, Marco Gargiulo, Pisa University Press, Pisa, 2017. 
-“I lavoratori italiani non sono “degos”. L´immigrazione italiana in Norvegia negli anni 50 in Mondi Migranti, Rivista di Studi e ricerche sulle migrazioni internazionali, n. 3, 2017.

2.1.18

Mercoledì 10 gennaio all'IIC dalle 18 alle 19: Secondo incontro di lettura della Divina Commedia

Ricordiamo ai soci del Comitato Dante di Oslo il secondo incontro di lettura della Divina Commedia, che si terrà all'Istituto Italiano di Cultura (Oscarsgt. 56, Oslo), mercoledì 10 gennaio dalle 18:00 alle 20:00. Coordinatore dell'incontro il Sig. Michele D'Amico. Non è necessaria la prenotazione essendo l'incontro aperto a tutti. 
L'iniziativa è una collaborazione del Comitato Dante Alighieri di Oslo con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.

Per saperne di più cliccare qui