Manifesto

"... Quello che noi promuoviamo è un'opera altamente ed essenzialmente civile e pacifica ... " (Dal manifesto di fondazione della "Dante" - 1889)

9.6.22

Lunedì 20 giugno 2022, ore 18:30: conferenze del Dott. Massimo Maracci su Bologna “la dotta”, “la grassa”, “la rossa”.

Cari soci ed amici del Comitato della Dante di Oslo,

lunedì 20 giugno, alle ore 18.30, si terrà il nostro quarto incontro dell’anno presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà il Dott. Massimo Maracci, direttore della scuola di lingua e cultura italiana per stranieri “Cultura Italiana” di Bologna, che terrà una conferenza sul tema:

Bologna “la dotta”, “la grassa”, “la rossa”.
 La fondazione della città italiana: etrusca-romana, medievale, industriale

La conferenza è patrocinata dal Comune di Bologna ed è una collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo e con la Scuola "Cultura Italiana" di Bologna







Massimo Maracci presenta un excursus antropologico-culturale sullo sviluppo storico della città di Bologna: le origini etrusche, l’università, la cucina, fino al ricco tessuto produttivo nei settori della piccola industria meccanica ad alta tecnologia (Maserati, Ducati, Lamborghini e parti di produzione Ferrari).

Massimo Maracci dirige “Cultura Italiana”, una scuola di lingua e cultura italiana per stranieri, centro di ricerca per la didattica dell’italiano in collaborazione con l’Università di Bologna, e centro di formazione di insegnanti per l’Università degli Studi di Siena.
Laureatosi in Filosofia, ha insegnato filosofia al liceo ed ha collaborato alla pubblicazione di testi di filosofi strutturalisti francesi (Foucault, Baudrillard, Deleuze, Guattari). Dal 2010 tiene conferenze sulle città e l’antropologia italiana in Italia e all’estero.

Per ulteriori informazioni sulla conferenza e c.v. del conferenziere, si prega di consultare il sito dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo:
https://iicoslo.esteri.it/iic_oslo/it/gli_eventi/calendario/2022/06/bologna-la-dotta-la-grassa-la-rossa.html 

Dopo la conferenza degustazione di specialità gastronomiche della cucina emiliana.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo

20.4.22

Lunedì 2 maggio 2022, ore 18.30: conferenza di Daniela Di Pinto sul tema "La Norvegia nei documenti: un viaggio all’interno della Biblioteca Apostolica Vaticana"

Oslo, maggio 2022

Cari soci ed amici del Comitato della Dante di Oslo,

lunedì 2 maggio, alle ore 18.30, si terrà il nostro terzo incontro dell’anno presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà la dott.ssa Daniela Di Pinto, archivista presso la Biblioteca Apostolica Vaticana – Dipartimento Manoscritti, Sezione Archivi, che terrà una conferenza sul tema:

La Norvegia nei documenti:
un viaggio all’interno della Biblioteca Apostolica Vaticana



La conferenza intende presentare una serie di documenti conservati in una delle più antiche e prestigiose istituzioni culturali mondiali: la Biblioteca Apostolica Vaticana. La Biblioteca Apostolica Vaticana custodisce un ricchissimo patrimonio composto da circa 180.000 volumi manoscritti e d’archivio, 1.600.000 libri stampati, circa 9.000 incunaboli, 300.000 tra monete e medaglie, oltre 150.000 stampe, migliaia di disegni e matrici, e oltre 200.000 fotografie. 
All'interno di questo ricchissimo e inestimabile patrimonio si conservano alcuni manoscritti legati alla Norvegia che verranno presentati in formato digitale, insieme con l'antico diario di viaggio di Piero Querini, la copia più vicina al suo autore, manoscritto risalente al 1431. Un affascinante viaggio tra i documenti originali dei secoli passati.     
     

Specialista in Beni archivistici e librari presso l’Università la Sapienza di Roma e specializzata in biblioteconomia presso la Scuola Vaticana, Daniela Di Pinto è archivista presso la Sezione Archivi nel Dipartimento Manoscritti della Biblioteca Apostolica Vaticana. Già direttrice delle biblioteche e archivi diocesani dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie. Dal 2011 è Direttore Responsabile dell’Archivio storico e corrente dell’Associazione Luisa Piccarreta. Studiosa di confraternite, è membro del Comitato Scientifico della rivista internazionale Confraternitas, Society for Confraternitas Studies, Canada. Si occupa di studi in ambito archivistico e ha all’attivo numerose pubblicazioni nell’ambito della storia moderna per la documentazione conservata negli archivi ecclesiastici e privati.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo




Daniela Di Pinto

9.3.22

Lunedì 21 marzo 2022, ore 18:30: conferenza di Moira Mascotto sul tema "Antonio Canova tra eredità storica ed artistica al Museo di Possagno (Treviso)"

Cari soci ed amici del Comitato della Dante di Oslo,

lunedì 21 marzo, alle ore 18.30, si terrà il nostro secondo incontro dell’anno presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà la dott.ssa Moira Mascotto, direttrice del Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno (Treviso). Nell’ambito delle celebrazioni per i duecento anni della morte del celebre scultore Antonio Canova (Possagno, 1757 – Venezia, 1822) la dott.ssa Moira Mascotto terrà una conferenza sul tema:

ANTONIO CANOVA
TRA EREDITÀ STORICA ED ARTISTICA
AL MUSEO DI POSSAGNO (TREVISO)

Moira Mascotto. Alle sue spalle
l’autoritratto di Antonio Canova come scultore
 (1799, olio su tela, 73x60,5 cm)
 - Museo Canova di Possagno

La conferenza si dividerà in due sezioni: nella prima parte si intende delineare il percorso creativo compiuto da Canova nell’arco della sua carriera, dai primi lavori fino alla morte andando ad indagare alcuni capolavori particolarmente rappresentativi della sua poetica artistica. Allo stesso tempo ci si propone di approfondire anche altri aspetti meno conosciuti dello Scultore: uomo molto generoso, impegnato in importanti missioni diplomatiche per conto dello Stato pontificio e sostenitore delle Arti.
Nella seconda sezione della conferenza invece si vuole spostare l’attenzione sul Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno, luogo che custodisce la sua eredità storica ed artistica, raccontando come è nato il Museo, voluto dal fratello nonché erede universale dello Scultore, Giovanni Battista, con la volontà di perpetuarne la memoria. Successivamente si delineeranno gli avvenimenti che hanno segnato la storia e l’evoluzione del complesso museale, dalla Prima Guerra Mondiale all’ampliamento ad opera dell’architetto veneziano Carlo Scarpa.

Laureata in Storia dell’Arte e Conservazione dei Beni artistici e architettonici presso l’Università̀ degli Studi di Udine con una tesi su Giovanni Battista Sartori e la Gipsoteca di Possagno con la professoressa Linda Borean, la dott.ssa Moira Mascotto ha ricoperto il ruolo di educatrice museale al Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno e ai Musei Civici di Bassano del Grappa. Nominata membro del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Canova onlus, assume poi il ruolo di Direttore del Museo possagnese. È Presidente della Commissione Arte del Rotary Club Asolo e Pedemontana del Grappa, che da anni porta avanti un service volto a promuovere l’arte contemporanea, attraverso l’istituzione del concorso BE THE DIFFERENCE…WITH ART! È Direttore Artistico della Commissione Celebrazioni Francesco Sartor.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo

Ampliamento museale della Gypsoteca Antonio Canova
 a cura dell'architetto veneziano Carlo Scarpa (1906-1978)


Museo Gyspsoteca Antonio Canova di Possagno (Treviso)



Statua di Antonio Canova collocata lungo l'anello interno del Prato della Valle a Padova,
realizzata dallo scultore Giovanni Ferrari nel 1796
 per volere dell'ex-Veneto Patrizio cav. Antonio Cappello, che ordinò al Ferrari
di rappresentare il Canova nell'atto di scolpire il busto dell'omonimo antenato. 

20.2.22

Campagna tesseramento 2022

 

Tessera della Società Dante Alighieri
 Medlemskort til Dante Alighieri-foreningen


Cari soci e amici del Comitato della Dante di Oslo, 

dopo una pausa delle nostre attività per circa due anni a causa della pandemia, abbiamo finalmente ripreso ad organizzare le nostre tradizionali conferenze in presenza. 

È giunto dunque il momento di chiederti di rinnovare la tua tessera di socio.

Nella riunione dell'Assemblea Generale del 14 febbraio è stato deliberato che la quota annuale per il 2022 è di NOK 400 per socio da versare sul conto corrente bancario 0530.58.42968 intestato a Dante Alighieri Comitato di Oslo.

Apprezziamo molto la tua fedeltà e interesse per il Comitato della Dante di Oslo e speriamo che continuerai a sostenere le nostre attività nel 2022. Questo ci permetterà di continuare ad offrirti degli eventi stimolanti e coinvolgenti sul grande patrimonio culturale dell’Italia e inoltre ti darà la possibilità di incontrare altri soci del Comitato che condividono il tuo interesse per l'Italia.

Nei prossimi giorni saranno spediti ai soci il bollino 2022 e la tessera della Dante con il nuovo logo, che è stato adottato dalla Sede Centrale della Società Dante Alighieri a Roma in occasione del giubileo dantesco 2021.  Cliccando su questo link puoi vedere alcuni dei principali vantaggi che puoi avere usando la tessera della Dante: https://ladante.it/diventa-socio/le-convenzioni.html

Puoi vedere il programma dei nostri eventi per il 2022 cliccando su questo link:

Per diventare socio del Comitato Dante Alighieri di Oslo cliccare qui:
https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/socio.htm  


**************************

Kjære medlemmer og venner til Dante Oslo-foreningen, 

Etter to år med pandemiopphold er vi endelig kommet i gang med våre tradisjonelle fysiske foredrag. Da er det også tid for å fornye medlemskapet.

På Generalforsamlingen den 14. februar ble det vedtatt at årskontingenten for 2022 er kr. 400/medlem. Årskontingent skal innbetales til: 

Bedriftskonto 0530.58.42968 - Dante Alighieri Comitato di Oslo

Vi setter stor pris på din lojalitet og interesse for Dante-foreningen i Oslo, og vi håper at du vil fortsette å støtte våre aktiviteter i 2022. Dette vil tillate oss å fortsette å tilby deg stimulerende og engasjerende arrangementer om Italias store kulturarv og vil også gi deg muligheter til å møte andre medlemmer i foreningen som er Italiafrelste. 

I løpet av de neste dagene vil 2022-årsmerket og det nye Dante-medlemskortet bli sendt ut til medlemmene.  Klikk her for å se noen av de viktigste fordelene du kan få ved å bruke Dante-medlemskortet: https://ladante.it/diventa-socio/le-convenzioni.html

Klikk her for å se aktivitetsprogrammet vårt for 2022:

Klikk her for å bli medlem i Dante Oslo-foreningen:

31.1.22

Lunedì 14 febbraio: Serata letteraria dedicata alla Divina Commedia con la partecipazione di Marco Sabatino e Valentina Moncalvo

Cari soci ed amici del Comitato della Dante di Oslo,

lunedì 14 febbraio, alle ore 18.00, si terrà la nostra Assemblea Generale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscarsgt. 56 e, a seguire, alle ore 18.30, il nostro primo incontro dell’anno. Ospiti della serata saranno Marco Sabatino e Valentina Moncalvo. Il tema della serata sarà il seguente:

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”

Serata letteraria dedicata alla Divina Commedia,
il capolavoro del padre della lingua italiana

Dante e Beatrice nel Paradiso
di Gustave Doré


L’attore Marco Sabatino leggerà una selezione dei canti più belli e vi accompagnerà, come un moderno Virgilio, attraverso i tre regni dell’aldilà.

Marco Sabatino si forma come attore alla Scuola di Teatro Classico (INDA) di Siracusa. Successivamente prende parte a produzioni teatrali affrontando testi di Sofocle, Euripide, Shakespeare, Čechov, Fassbinder e altri. In Italia ha lavorato anche per cinema e televisione.
Dal 2016 vive a Bergen, dove ha lavorato per la Bergen Nasjonale Opera (2017) e in una piccola produzione per Den Nationale Scene (2019).




Valentina Moncalvo è un’insegnante presso il Centro Culturale Italiano di Bergen. Durante la serata, la sua passione per la letteratura la aiuterà a presentare Dante e i canti letti da Marco.  





NB! Per partecipare alla serata occorre prenotarsi con una mail indirizzata a segreteria.danteoslo@gmail.com . Chi non ha accesso al computer può mandare un sms al cellulare della segreteria n. 473 39 495. 

Cordiali saluti         
Il Consiglio Direttivo di Oslo


8.12.21

Auguri di Buone Feste!

 Auguri di Buone Feste! 


Albero di Natale a Frognerparken


Cari soci e amici del Comitato della Dante Alighieri di Oslo,

sta per concludersi un altro anno difficile che ci ha messo a dura prova e creato qualche difficoltà a causa del perdurare della pandemia, che proprio in questi giorni prenatalizi sta riprendendo slancio con la comparsa della variante Omicron. Il 2021 per quanto riguarda la pandemia è stato per molti versi una ripetizione del 2020.  Tuttavia, con la prudente riapertura delle attività sociali e culturali, dopo la pausa estiva, siamo riusciti ad organizzare alcuni eventi in presenza negli accoglienti locali dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo nel costante rispetto delle raccomandazioni delle Autorità per la prevenzione del contagio da Coronavirus.

Come di consuetudine, è il momento di fare il bilancio della nostra attività e pertanto desidero qui ricordare alcune conferenze che abbiamo organizzato nel corso dell’anno e che spero siano state di vostro gradimento.

Nel primo appuntamento dell’anno il dott. Stefano Agnoletto ha tenuto in digitale un’interessante conferenza sul tema “Italia: non solo arte, cibo e cultura. L’avventura dell’industria italiana”.

Il 25 marzo, per celebrare il Dantedì, ossia la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, il filosofo e scrittore Henrik Syse ha tenuto in lingua norvegese una conferenza in digitale su “Il viaggio drammatico di Dante Alighieri, a 700 anni dalla morte del Sommo Poeta”. La conferenza è stata organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Oslo con il patrocinio del nostro Comitato.

Il 21 aprile Roberto Tartaglione ci ha parlato, attraverso la piattaforma digitale Zoom, di un argomento in linea con tempi strani che stiamo vivendo, ossia dell’Italiano in quarantena.

Il 19 maggio, nell’ambito delle celebrazioni per il VII centenario della morte del Sommo Poeta, la giornalista e scrittrice Kristin Flood ha presentato in anteprima il suo ibro “Dantes Inferno – for de late, grådige og syndige fritt gjenfortalt av Kristin Flood” (L’Inferno di Dante – per pigri, avidi e peccatori - una libera elaborazione di Kristin Flood), in una conversazione con l’artista e fotografo Morten Krogvold, che del libro ha scritto la prefazione. All’evento, trasmesso in digitale e organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Oslo, il nostro Comitato ha dato il proprio patrocinio.

Finalmente il 25 ottobre è stato possibile organizzare la nostra prima conferenza in presenza nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura. Ospite della serata l’archeologo Filippo Olari, che ha tenuto una interessante conferenza sul tema “Longobardi, dalla Scandinavia all’Italia, archeologia, storia e mito”, cui hanno preso parte anche l’Ambasciatore d’Italia, Alberto Colella, e la nuova direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Raffaella Giampaola.

Nell'ambito delle celebrazioni per i settecento anni della morte del Sommo Poeta, il 15 ottobre il dott. Alessandro Regosa, dottorando presso l’Università di Oslo, ci ha parlato della figura storica di Dante nel quadro italiano del Duecento, prestando particolare attenzione alle sue opere e all’impatto che Beatrice ha esercitato su di esse. Nel suo intervento ha affrontato inoltre la relazione fra Dante e la promozione della lingua volgare e indagato la complessa struttura della Commedia e la sua ancora attuale validità nel comune sentire.

Con l’interessante e coinvolgente conferenza dell’Ambasciatore d’Italia, Alberto Colella, sulle sue esperienze di diplomatico in Norvegia si è conclusa il 6 dicembre l’attività del nostro Comitato della Dante per il 2021.

Sperando vogliate continuare a sostenere e a seguire le nostre attività anche nel prossimo anno giungano a voi, cari soci ed amici, e ai vostri cari i miei più fervidi Auguri di Buon Natale e per un felice Anno Nuovo!

Dicembre 2021

Sergio Scapin
Presidente della Società Dante Alighieri – Comitato di Oslo