Società Dante Alighieri

"... Quello che noi promuoviamo è un'opera altamente ed essenzialmente civile e pacifica ... " (Dal manifesto di fondazione della "Dante" - 1889)

24 settembre 2019

Lunedì 7 ottobre: conferenza di Rossella Natili su "Trieste e la sua regione, cultura e storia"

Carissimi soci ed amici,
lunedì 7 ottobre, alle ore 18.30, si terrà la nostra seconda conferenza autunnale nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà la dott.ssa Rossella Natili, che parlerà sul tema: 

Trieste e la sua regione, cultura e storia


La Barcolana di Trieste

Un viaggio virtuale nella città più mitteleuropea d’Italia.
Trieste ha mille volti, tutti affascinanti: è città di confine, di mare, di transito, è una città di gran cultura da cui provengono nomi di grandi scrittori quali Italo Svevo, Umberto Saba, Susanna Tamaro… Trieste è anche una città del cinema, del caffè, della Barcolana, delle 8 religioni, che convivono armonicamente tra palazzi del novecento e una multiculturalità sempre aperta e viva. 
Il Friuli Venezia Giulia è la regione che ospita Trieste e non solo. È la regione più a nord-est d’Italia che vanta patrimoni dell’UNESCO di invidiabile valore e una ricchezza culturale, storica e paesaggistica che saremo lieti di farvi scoprire durante il nostro incontro. 


Rossella Natili, attualmente lettrice di lingua e cultura italiana presso la Piccola Università Italiana - Le Venezie, è laureata in Tecniche della comunicazione e giornalismo presso l’Università degli studi di Perugia. Nel 2010 ha conseguito un master (PhD) in didattica dell’italiano come L2/Ls presso l’Università per Stranieri di Perugia. Dal 2010 al 2018 ha lavorato in Ucraina come docente presso l’Università Nazionale Linguistica di Kiev e come insegnante madrelingua ed esaminatore PLIDA presso il Comitato di Kiev della Società Dante Alighieri. Ha collaborato inoltre con l’Opera Nazionale di Kiev, occupandosi di quasi tutte le opere in italiano del repertorio del teatro e con l’Istituto Italiano di Cultura, nell’organizzazione degli eventi culturali annuali, tra i quali spicca “Le vie dell’amicizia” con Riccardo Muti e John Malkovich. 


A conclusione della conferenza sarà servito un piccolo rinfresco con pizza, preparata dalla nostra socia Silvana Ciraolo, al prezzo speciale riservato ai nostri soci. Si può pagare la consumazione anche con VIPPS.

1 settembre 2019

Un viaggio in Norvegia: il Museo in trasferta - Ciclo di Conferenze su Anagni, la sua Cattedrale e le sue bellezze storico artistiche.

Un viaggio in Norvegia: il Museo in trasferta

Ciclo di Conferenze su Anagni, la sua Cattedrale e le sue bellezze storico artistiche

Norvegia, Comitati Dante Alighieri, 2-10 settembre 2019

Su invito dei Comitati Dante Alighieri della Norvegia il Museo della Cattedrale di Anagni compie un lungo viaggio verso le terre scandinave: tra il 2 e il 10 settembre Davide Angelucci, dottore di ricerca in Storia dell’Arte, collaboratore e curatore del nostro Museo, terrà un ciclo di conferenze in varie città norvegesi incentrate su Anagni, la sua storia, i suoi personaggi principali, ma soprattutto il patrimonio storico-artistico della Cattedrale, con una particolare attenzione alla Cripta di San Magno, vero gioiello inestimabile del ricco patrimonio artistico italiano, con i suoi 540 mq di affreschi originali databili ai primi decenni del XIII secolo.
Le conferenze si svolgeranno nelle città di Oslo, Bergen, Trondheim, Stavanger, Halden e Kristiansand dove i Comitati Dante Alighieri svolgono un ruolo di primo piano nella diffusione dell’arte e della lingua italiana. Gli incontri avranno lo scopo di far conoscere le nostre bellezze e la nostra storia al popolo norvegese che ha mostrato un vivo interesse e una speciale predilezione per la cultura dello Stivale.

Per saperne di più cliccare qui

13 agosto 2019

Lunedì 2 settembre: conferenza di Davide Angelucci sul tema "Anagni: la città e la sua Cattedrale - Un tesoro storico-artistico dell’Italia Centrale"

Carissimi soci ed amici,
la nostra prima conferenza autunnale avrà luogo lunedì 2 settembre alle ore 18:30 nella sala polivalente dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscars gate 56. Nostro ospite sarà Davide Angelucci, storico dell’arte medievista, che terrà una conferenza dal titolo:

Anagni: la città e la sua Cattedrale
Un tesoro storico-artistico dell’Italia Centrale


Cripta della Cattedrale di Anagni

La Cattedrale di Anagni è un gioiello nel panorama storico-artistico dell’Italia centrale. L’edificio, dai caratteri romanico-gotici, si impone sull'intera città e sulla sua vallata. Esso è ancora oggi a capo di una diocesi piccola nelle dimensioni territoriali, ma ricca di una storia più che millenaria. 

La Cattedrale fu sede di importanti eventi che hanno segnato la storia di tutta l’Europa, come le scomuniche degli imperatori Federico Barbarossa e Federico II di Svevia, o le canonizzazioni di importanti santi della Chiesa di Roma quali Santa Chiara d’Assisi e San Bernardo di Chiaravalle, il grande teologo dell’Ordine cistercense, celebrato anche da Dante nella Divina Commedia come guida nel suo viaggio nel Paradiso.

La città di Anagni offre, però, molto altro ancora. Le lotte per l’egemonia tra Bonifacio VIII e Filippo il Bello di Francia, il dominio della famiglia Conti, i grandi interventi architettonici, il forte legame con la storia e il culto del santo inglese Thomas Becket, il poderoso Palazzo della Ragione e la lunga storia di sede papale tra Medioevo e prima età moderna hanno disegnato i contorni di una città excelsa, la cui storia grandiosa si respira in ogni angolo. Celebri i versi danteschi che hanno fissato eternamente il ricordo del più importante fatto storico avvenuto nella città, lo Schiaffo di Anagni. (Purgatorio XX, 85-90) 

Durante la presentazione saranno mostrate fotografie e video della città e della Cattedrale, con un’attenzione particolare alla Cripta di San Magno, il tesoro più prezioso che la città conservi. 

Davide Angelucci, laureato in Storia dell’Arte e dottore di ricerca (PhD) in Storia e Conservazione dell’Oggetto d’Arte e di Architettura (Università di Roma Tre), abilitato all’insegnamento della Storia dell’Arte nelle scuole secondarie di secondo grado e alla professione di Guida Turistica, è collaboratore e curatore del Museo della Cattedrale di Anagni da circa dieci anni. 

18 giugno 2019

Lunedì 24 giugno dalle ore 18 alle 20: Sesto incontro di lettura della Divina Commedia: XI e XII Canto dell'Inferno

Ricordiamo ai soci del Comitato della Dante Alighieri di Oslo che nell’ambito del ciclo di incontri di lettura della Divina Commedia, iniziato l’11 ottobre 2017, si terrà all'Istituto Italiano di Cultura (Oscarsgt. 56, Oslo), lunedì 24 giugno dalle ore 18:00 alle ore 20, il sesto incontro di lettura. Coordinatore dell'incontro sarà il Sig. Michele D'Amico, che leggerà e commenterà l’XI e il XII Canto dell’Inferno. Non è necessaria la prenotazione essendo l'incontro aperto a tutti.
L'iniziativa è una collaborazione del Comitato Dante Alighieri di Oslo con l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
Per saperne di più, cliccare qui.
Una copia integrale della Divina Commedia può essere scaricata qui

12 giugno 2019

Lunedì 17 giugno: conferenza di Elisabetta Cassina Wolff sul tema "Nuovi e vecchi partiti di protesta in Italia tra politica interna e politica europea"

Carissimi soci ed amici, 
il conferenziere Arduino D’Anna ci ha recentemente comunicato che per motivi di famiglia è costretto ad annullare la sua conferenza su “Le ciclovie turistiche in Italia” sia ad Oslo che presso gli altri Comitati norvegesi della Dante. 
In sua sostituzione proponiamo la conferenza di Elisabetta Cassina Wolff, che avrà luogo presso la Galleria Albin Upp (Briskebyveien 42) lunedì 17 giugno, alle ore 18:00, sul seguente tema: 

Nuovi e vecchi partiti di protesta in Italia

 tra politica interna e politica europea 



Alla conferenza seguirà la cena estiva per i soci che si sono regolarmente prenotati entro il 7 giugno. NB! Purtroppo non ci sono più posti disponibili. 

Molto spesso nella storia d'Europa l'Italia ha posto le condizioni per fenomeni che successivamente si sono sviluppati anche in altri paesi. Oggi l'Italia ha messo il populismo all’ordine del giorno in un modo inedito dopo che i due partiti “Movimento Cinque Stelle” e “Lega” sono usciti vincitori dalle elezioni politiche e hanno formato il governo nel 2018. Il primo è spesso definito come un movimento populista e anti-elitario, mentre il secondo è considerato come un partito radicale di destra. Cosa significano esattamente questi termini in un contesto sia italiano sia europeo? Come è stato possibile creare una simile alleanza? Cosa comporta questo per la politica italiana? E come può tutto questo influenzare la diplomazia italiana nell'Unione europea? 


Elisabetta Cassina Wolff (Torino, 1969) è professore associato (førsteamanuensis med lektorplikt) presso l'Università di Oslo, Dipartimento di Storia.Ha studiato Filosofia all'Università di Torino ed ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia all'Università di Oslo. Vive ad Oslo con la sua famiglia. Ha una vasta esperienza in giornalismo, analisi politica ed insegnamento, ed è inoltre coinvolta in attività all'interno di associazioni italiane in Norvegia. 
I suoi lavori accademici trattano temi sul fascismo, sul neofascismo e sulla destra radicale in Europa, con particolare riguardo al ruolo svolto da pensatori e attivisti italiani nella sopravvivenza dell'ideologia fascista dopo il 1945. 
Ha anche scritto ampiamente sugli sviluppi politici in Italia dopo la fine della Guerra Fredda e sulla storia politica italiana. Ha pubblicato “L'inchiostro dei vinti: stampa e ideologia neofascista 1945-1953” (Milano: Mursia 2012) e “Italias politiske historie, 476-1945” (Oslo: Cappelen Damm Akademisk 2016), ed anche numerosi articoli scientifici e capitoli di libri. 
Il suo sito web professionale: 

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo

24 marzo 2019

Lunedì 8 aprile: conferenza di Gioia Pace su "La Sicilia fra mito e storia"


Carissimi soci ed amici,

lunedì 8 aprile, alle ore 18.30, si terrà la nostra terza conferenza dell’anno nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà la dott.ssa Gioia Pace, che parlerà sul tema:

La Sicilia fra mito e storia

Partendo da Siracusa Gioia Pace narrerà la sua isola, Ortigia, la sua sorprendente natura e la sua storia, fatta di dominazioni, di testimonianze, di civiltà, per giungere a Palermo e al suo splendore sotto Federico II, la cui corte diede un grande contributo alla letteratura e al sapere. Strettamente legata alle vicende storiche è la cucina. Tramandata da generazioni in generazioni la cucina siciliana si basa su ricette che sono tutt’oggi preparate e gustate a tavola non solo in Italia ma anche nel mondo.

Siracusa - Teatro greco

Gioia Pace, laureata in Lettere Moderne, indirizzo linguistico, all’Università di Catania, già ordinaria di Italiano e Latino presso il Liceo Corbino di  Siracusa, si è occupata di Storia  della Letteratura Italiana del Novecento attraverso saggi relativi all’opera di Pirandello, D’Annunzio, Quasimodo e Di Falco. Dal 1996 è Presidente del Comitato della Dante di Siracusa. Nel 2013 ha pubblicato “La ricerca di una logica nel postmoderno - Tabucchi e la categoria della memoria”, per il cui testo ha ottenuto il Premio Capit - Roma speciale per la saggistica – nell’Ottobre 2014; nel 2015 “Tabucchi dopo Tabucchi”, divulgando l’opera dello scrittore toscano sia a Parigi che a Malta; nel 2016 “Quaderno di appunti”, una raccolta degli interventi dei vari scrittori che sono stati ospitati alla Dante di Siracusa negli anni della sua presidenza. Ha ricevuto dalla sede centrale della Società Dante Alighieri la medaglia d’oro a riconoscimento dell’intensa e pregevole attività culturale svolta.

Ortigia