Società Dante Alighieri

"... Quello che noi promuoviamo è un'opera altamente ed essenzialmente civile e pacifica ... " (Dal manifesto di fondazione della "Dante" - 1889)

18 ottobre 2018

Lunedì 5 novembre: conferenza di Luca Paulesu sul tema "Antonio Gramsci - Una fantabiografia illustrata"

Carissimi soci ed amici,

lunedì 5 novembre, alle ore 18.30, si terrà la nostra terza conferenza autunnale nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà Luca Paulesu, che parlerà sul tema:

Nino mi chiamo: una fantabiografia illustrata
del piccolo Antonio Gramsci


Antonio Gramsci, 1891-1937

Tramite il suo libro, pubblicato da Feltrinelli nel 2012, Luca Paulesu ci farà avvicinare sia alla dimensione pubblica che privata di Antonio Gramsci. L’idea è che l’infanzia di Gramsci, trascorsa in Sardegna fino al suo trasferimento a Torino, rappresenti l’origine immaginaria del suo pensiero per come si ritroverà nelle sue “Lettere dal carcere” e nei suoi “Quaderni”, i due testi che costituiscono il palinsesto critico-filologico della ricerca grafica, satirica e tematica del libro. Paulesu ha ideato un “piccolo Nino” che ha già le caratteristiche del Gramsci maturo e lo ha collocato in ambienti della sua infanzia: il cortile di Ghilarza, la fontana del paese, il banco di scuola, la trave del soffitto a cui veniva appeso per irrobustirsi fisicamente, la camera da letto ove leggeva con la sorella Teresina fino a notte fonda. Il libro è un viaggio per immagini che ci guida, da un lato, alla dimensione politica di Gramsci e, dall'altro, al suo universo familiare, culturale e umano.

Antonio Gramsci, giornalista, politico e filosofo, è considerato uno degli intellettuali italiani più studiati al mondo. Fu il principale ideologo, oltre che co-fondatore, del Partito Comunista Italiano.
Nato ad Ales, in provincia di Oristano, e morto a Roma nell'aprile del 1937, trascorse un'infanzia tormentata, sia per problemi fisici (cagionati da una brutta caduta), sia per disavventure familiari, che videro suo padre finire in carcere e moglie e figli finire in miseria. Iscrittosi alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Torino, qui sposò le idee del socialismo, che ispirarono la sua attività di giornalista. Promosse, insieme con Amedeo Bordiga, la fondazione del Partito Comunista Italiano, tra le cui fila venne eletto deputato il 6 aprile del 1924.
Finito nel mirino di Mussolini e della repressione fascista, fu processato e condannato a 20 anni di carcere. Rinchiuso nella prigione di Turi (a Bari), qui scrisse i famosi Quaderni dal carcere, una raccolta di appunti di storia, politica e filosofia pubblicata postuma e destinata ad entrare tra i grandi classici del pensiero politico.

Luca Paulesu è nato a Firenze nel 1968. Arriva a pochi mesi a Ghilarza, nel centro della Sardegna, dove trascorre l’infanzia. Dai racconti della nonna Teresina, sorella prediletta di Antonio Gramsci, apprende le vicende politiche della famiglia. Studia Giurisprudenza a Firenze, dove vive e lavora. Ha pubblicato il libro a fumetti “Sotto il Nuraghe” (Artigianarte 2003), ha curato il catalogo “Fratelli d’Italia.150° Anniversario dell’unità celebrato per immagini” (Giunti 2011) e ha illustrato il libro di Ugo Mattei “L’acqua e i beni comuni” (Manifestolibri 2011). Ha collaborato come vignettista a numerose riviste.

7 ottobre 2018

Lunedì 22 ottobre: Quarto incontro di lettura della Divina Commedia: VII e VIII Canto dell'Inferno

Nell'ambito della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, ricordiamo ai soci del Comitato Dante di Oslo il quarto incontro di lettura della Divina Commedia, che si terrà all'Istituto Italiano di Cultura (Oscarsgt. 56, Oslo), lunedì 22 ottobre alle ore 18:30. Coordinatore dell'incontro il Sig. Michele D'Amico. Non è necessaria la prenotazione essendo l'incontro aperto a tutti. 
L'iniziativa è una collaborazione del Comitato Dante Alighieri di Oslo con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
Per ulteriori informazioni cliccare qui

27 settembre 2018

Domenica 30 settembre: concerto del Rossini Opera Festival all'Opera House di Oslo

Nel contesto delle celebrazioni del 150.mo anniversario della morte di Gioacchino Rossini, il Rossini Opera Festival, il celebre festival di Pesaro, effettuerà una tournée a Oslo alla fine di settembre, nel corso della quale sono previsti un concerto all’Opera House e due master-class del Maestro Ernesto Palacio, direttore artistico del Festival.

Il concerto avrà luogo domenica 30 settembre 2018, alle 18.30, all’Opera House di Oslo. Il mezzosoprano Aurora Faggioli, il tenore Shanul Sharma e il basso Elcin Huseynov, accompagnati al pianoforte da Olesya Tutova, eseguiranno celebri arie tratte dalle opere Maometto II, Il Barbiere di Siviglia, L’Italiana in Algeri, La Cenerentola.

Il giorno precedente, sabato 29 settembre, sempre all'Opera House, il Maestro Ernesto Palacio terrà due master-class relative al repertorio del grande compositore pesarese, con inizio rispettivamente alle ore 11.00 ed alle ore 16.00, cui parteciperanno alcuni cantanti dell'Opera, dell'Accademia di Musica Norvegese e della Scuola di Canto Lirico di Oslo.

Gli interessati al concerto e alle master-classe potranno acquistare i biglietti direttamente presso la biglietteria dell’Opera ovvero alle pagine web - https://operaen.no/en/performances/feiring-av-rossini-jubileet-konsert/ e - https://operaen.no/en/performances/mesterklasse-fra-rossini-opera-festival/.

Alla realizzazione dei due eventi hanno contribuito il Rossini Opera Festival e l'Opera Nazionale Norvegese in collaborazione con l’Ambasciata d'Italia e l’Istituto Italiano di Cultura a Oslo.

26 settembre 2018

Lunedì 8 ottobre 2018: mostra fotografica e conferenza di Alberto Di Mauro sul tema "Il significato del vedere"


Carissimi soci ed amici, 
lunedì 8 ottobre, alle ore 18.30, si terrà la nostra seconda conferenza autunnale nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56. Ospite della serata sarà Alberto Di Mauro, che parlerà sul tema:

Il significato del vedere

Un collage di foto di en nico (Alberto Di Mauro)

en nico (Alberto Di Mauro) nome d’arte di un viaggiatore che per anni ha visitato luoghi sparsi su tutto il nostro pianeta, traducendo in immagini fotografiche la sua originale e personale percezione della realtà. Sue esposizioni sono state organizzate in Italia e in altri Paesi tra i quali, Ungheria, Stati Uniti, Kazakistan e Russia, dove nel Museo Multimedia di Mosca ha presentato una sua ampia personale, “Realismo e Surrealismo” comprendente più di 200 foto. È stato ospite in varie riviste on line, ha partecipato a programmi radiofonici e a master class sulla fotografia.

Nato a Messina, Alberto Di Mauro si è trasferito da giovane a Roma. In questa città, presso l’Università “La Sapienza”, si è laureato in Lettere e successivamente in Lingue Straniere, conseguendo anche il diploma di Bibliotecario. Ha continuato poi i suoi studi in Norvegia, dove ha soggiornato per alcuni anni. Il suo lavoro di addetto culturale, che lo ha portato a dirigere numerosi prestigiosi Istituti Italiani di Cultura nel mondo (Tel Aviv, Edimburgo, Dakar, Berlino, Jakarta, Tokyo, Mosca, Los Angeles), ha facilitato la sua costante passione di scoprire nuovi posti e nuove culture. È membro onorario dell’Accademia di Belle Arti di Mosca. Dall’età di 18 anni si interessa alla fotografia, ma negli ultimi 10 anni la tecnica digitale gli ha permesso di caratterizzare in modo più specifico i suoi lavori.
Principali mostre: “Altri mari e…dintorni”, Museo del Carretto Siciliano, Palazzo Daumale, Terrasini (Palermo) 2010; “Un italiano in Russia”, mostra itinerante in Russia (Omsk, Samara, Togliattigrad, Novosibirsk, Krasnojarsk, Kazan) 2010/2011; “Realismo e Surrealismo” (Fashion and Style in Photography), Multimedia Art Museum, Mosca 2011; “Roma Budapest Roma - andata e ritorno”, Istituto Italiano di Cultura, Budapest 2015; “Immota Mutantur. Una lente sulla realtà”, Palazzetto dei Nobili, L’Aquila 2016 – Mediamuseum, Pescara 2016. 
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo "en nico: viaggiando nell’immaginario fotografico” (Gangemi International 2017).




Nell’ambito della Giornata del Contemporaneo – Italian Contemporary Art, dedicata alla valorizzazione e diffusione del complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea italiana, dopo la conferenza sarà inaugurata la mostra fotografica Viaggiando nell’immaginario fotografico di en nico (Alberto Di Mauro) e sarà servito un piccolo rinfresco.

18 settembre 2018

Dall'archivio del Comitato Dante Alighieri di Oslo: targa commemorativa di Francesco Negri a Capo Nord

TARGA COMMEMORATIVA DI FRANCESCO NEGRI A CAPO NORD

Il 6 agosto 1979 il Presidente del Comitato della Dante Alighieri di Oslo, Gerd Enderud (deceduta il 16 giugno 1982 in un incidente stradale in Sud Italia), consegnava alle autorità del Comune di Capo Nord una targa commemorativa di Francesco Negri (Ravenna, 27 marzo 1623 – Ravenna, 27 dicembre 1698), che nel 1664 raggiunse il confine d’Europa “Franciscus Negri, Italus de Ravenna, ad finem Europae pervenit”. La targa è opera dello scultore fiorentino Bino Bini. Qui puoi leggere il discorso tenuto da Gerd Enderud alle autorità di Capo Nord (versione italiana)



MINNEPLATEN OVER FRANCESCO NEGRI I NORDKAPP

Den 6. august 1979 overrakte Gerd Enderud (formann til Dante Alighieri-foreningen i Oslo, som døde 16. juni 1982 ved en bilulykke i Sør Italia) en minneplate over Francesco Negri (Ravenna, 27. mars 1623 – Ravenna, 27. desember 1698) til representanter for Nordkapps Vel og Nordkapp Kommune. Francesco Negri nådde Nordkapp, Europas ytterste grense, i 1664. Minneplaten ble kunstnerisk utført av billedhuggeren Bino Bini i Firenze. Her kan du lese Gerd Enderuds tale til de norske myndigheter i Nordkapp (norsk tekst).

29 agosto 2018

Lunedì 10 settembre: conferenza di Pino Suriano sul tema "Come si riscopre e comunica un valore culturale: Matera e i Parchi letterari della Basilicata"

Carissimi soci ed amici,
la nostra prima conferenza autunnale avrà luogo lunedì 10 settembre alle ore 18:30 nella sala polivalente dell`Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscars gate 56. Nostro ospite sarà il giornalista Pino Suriano che terrà una conferenza dal titolo:

Come si riscopre e comunica un valore culturale:
Matera e i Parchi letterari della Basilicata
Matera
La conferenza propone un momento di riflessione su un’area del Sud Italia riconosciuta come modello per la valorizzazione delle risorse culturali del territorio e una loro comunicazione in ottica turistica e culturale. Le vicende di Matera (prima definita “vergogna d’Italia” poi divenuta Capitale Europea della Cultura per il 2019) e dei Parchi Letterari della Basilicata possono perciò rappresentare un’esperienza verso cui guardare per la valorizzazione di un patrimonio culturale.

Pino Suriano, insegnante e giornalista. Ha collaborato con alcune testate nazionali italiane e presiede il Comitato di Matera della Società Dante Alighieri. Ha ideato percorsi innovativi per l’apprendimento della lingua italiana anche in relazione ai nuovi linguaggi dei social network.

Alla conferenza farà seguito un piccolo rinfresco (bevande e pizza).

28 giugno 2018

Invitasjon til utstillingsåpning "Mythos" av Dante-medlem Oddvin Horneland

INVITASJON TIL USTILLINGSÅPNING "MYTHOS" AV DANTE-MEDLEM ODDVIN HORNELAND
Myter er hypoteser, tvil. I Hornelands gjenfortelling er tvilen lagt til vår tid
Onsdag 4. juli, kl.18:00, Kunstnernes Hus, Avdeling Kunstakademiet.

Vi har gleden av å invitere til utstillingsåpning "Myhtos" av Oddvin Horneland, som er medlem av Dante Alighieri-forening i Oslo. Tre av hans utstilte verk kommer fra Italia. Spre det glade budskap og ta med venner! Velkommen!

----
Siamo lieti di invitarvi all'apertura della mostra "Mythos" del socio della Dante Alighieri di Oslo Oddvin Horneland. 
Tre delle sue opere provengono dall'Italia.
Mercoledì 4 luglio, ore 18.00, presso Kunstnernes Hus, Avdeling Kunstakademiet. Benvenuti!