Manifesto

"... Quello che noi promuoviamo è un'opera altamente ed essenzialmente civile e pacifica ... " (Dal manifesto di fondazione della "Dante" - 1889)

11.4.24

Evento EUNIC: giovedì 25 aprile, ore 17:30 - "Bodø 2024 and the Network of Cultural Routes in Europe"

BODØ 2024 AND THE NETWORK OF CULTURAL ROUTES IN EUROPE

Il Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri è lieto di invitare i soci interessati alla tavola rotonda: "Bodø 2024 and the network of Cultural Routes in Europe” , che si terrà all’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscars 56), giovedì 25 aprile dalle 17:30 alle 19:30. La tavola rotonda è organizzata dal "Cluster EUNIC Norvegia" in collaborazione con "Bodø 2024" e il Consiglio Culturale Norvegese (“Norsk Kulturråd”). NB! La tavolta rotonda si terrà in lingua inglese. 

La tavola rotonda, tra l'altro, discuterà il progetto "Via Querinissima", che si basa sul naufragio e il soggiorno a Røst del navigatore veneziano Pietro Querini nel 1432: https://viaquerinissima.net e https://rost.kommune.no/via-querinissima-pa-rost/hva-er-via-querinissima-article1179-1089.html . Per ulteriori informazioni sulla tavola rotonda, visita:
https://iicoslo.esteri.it/it/gli_eventi/calendario/bodo-2024-and-the-network-of-cultural-routes-in-europe/

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Si consiglia ai soci interessati di arrivare presto.

Si sottolinea infine che EUNIC (Istituti Nazionali della Cultura dell'Unione Europea) rappresenta un organismo di cooperazione tra i dipartimenti culturali delle ambasciate europee e gli istituti culturali a Oslo, e che il Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri ne fa parte a pieno titolo.

*** *** ***

Dante Alighieri-foreningen i Oslo har gleden av å invitere interesserte medlemmer til en konferanse kalt "Bodø 2024 and the network of Cultural Routes in Europe” . Arrangementet vil finne sted ved Det italienske kulturinstituttet, Oscars gate 56, torsdag den 25. april, kl. 17:30 - 19:30. Konferansen arrangeres av "EUNIC Cluster Norway» i samarbeid med "Bodø 2024" og Norsk kulturråd. NB! Konferansen vil bli holdt på engelsk. 

Konferansen vil bl.a. omtale prosjektet «Via Querinissima», som tar utgangspunkt i den venezianske sjøfareren Pietros Querinis forlis og opphold på Røst i 1432: https://viaquerinissima.net og https://rost.kommune.no/via-querinissima-pa-rost/hva-er-via-querinissima-article1179-1089.html. Se videre omtale av konferansen her: https://iicoslo.esteri.it/it/gli_eventi/calendario/bodo-2024-and-the-network-of-cultural-routes-in-europe/

Vi gjør oppmerksom på at det vil være reserverte plasser for spesielt inviterte gjester. For andre vil prinsippet om "først til mølla» gjelde. Interesserte medlemmer av vår forening anbefales derfor å være tidlig ute.

Note: EUNIC (European Union National Institutes for Culture) er et samarbeidsorgan mellom europeiske ambassaders kulturavdelinger og kulturinstitutter i Oslo, der også Dante Allighieri-foreningen er fullverdig medlem.



IIC, 25.04 - 17.30: ROUND TABLE:

Bodø 2024 and the network of Cultural Routes in Europe

The European Union National Institutes for Culture – EUNIC Cluster Norway is presenting an international round table with panelists and experts debating on the role and potential of the European Capitals of Cultures and the network of the Cultural Routes in Europe. The discussion will investigate the relation between cultural heritage promotion and sustainability, sustainable tourism, technology and cultural promotion, with the aim, among others, to gain and spread knowledge about the possibilities of using media and digital techniques in the area of tourism. During the event some European Routes and the territories they cross by will be presented, along with two of this year’s European Capitals of Culture, the Bodø 2024 project and the Bad Ischl Salzkammergut 2024 project. A further investigation will be done into the long-term effects that these projects aspire to, or have already achieved. The event is in collaboration with the Norwegian Directorate of Culture.

Closing up the event, a small reception, and a virtual tour with VR visors will be offered.

Participating countries: Austria; Latvia; Spain; Portugal; Italy; Norway.

PROGRAM:

Moderator: Inga-Lill Sundset, Head of the section for cultural heritage and museums – Directorate of Culture, in charge for the promotion of cultural itineraries in Norway
  • Henrik S. Dagfinrud, Programme Director Bodø 2024
  • Stefan Heinisch, Head of Communication and Marketing of Bad Ischl Salzkammergut2024 and responsible for “Coordination Mobility, Tourism & Regional development” (Embassy of Austria)
  • Stefano Agnoletto, project manager from Via Querinissima for Nordland County (Italian Cultural Institute, Comitato Dante Alighieri)
  • Dr. arch. Ms Agrita Tipāne, Ms Jūlija Trofimova, from Art Nouveau Center Riga (Embassy of Latvia)
  • Ana Umbelino, Councilor for Culture at the Torres Vedras Municipality, President of the European Network of Cities and Regions for Social Economy, Executive Vice-president of the European Federation of Napoleonic Cities, Vice-president of the Jewish Quarters Network - Portuguese Routes of Sefarad (Embassy of Portugal)
  • Pilar Taboada de Zúñiga, PhD, Director of the International Courses for the Universidad de Santiago de Compostela (Embassy of Spain)
  • Case study: Kristian Mosvold, from the network Agder XR, and Espen Frøysland, CEO Lindesnes Fyr Museum, talking about the use of new technologies in promoting cultural heritage and about the project of scanning lighthouses (Norway)

8.4.24

Mostra "Voci del paesaggio nordico: Britta Marakatt-Labba e Lars Lerin" alla Pinacoteca civica di Como (12 aprile - 13 ottobre 2024)

 



Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

abbiamo il piacere di informarvi che prossimamente presso la Pinacoteca civica di Como aprirà la mostra "Voci dal paesaggio nordico con l’arte di Britta Marakatt-Labba e Lars Lerin". Questa mostra, curata dagli architetti Marina Botta e Davide Adamo, è programmata dal 12 aprile al 13 ottobre 2024 e si preannuncia come una profonda riflessione artistica e culturale sul paesaggio nordico.

La curatrice Marina Botta ha portato nella concezione di questa mostra un approccio profondamente influenzato dalle teorie dell’eminente architetto norvegese Christian Norberg-Schulz, sotto la cui guida ha trascorso un periodo di studio e ricerca alla facoltà di architettura di Oslo. Le teorie di C. Norberg-Schulz sulla percezione dello spazio esistenziale basata sulle esperienze dell’individuo e sull’approccio fenomenologico verso l’architettura, in cui è fondamentale il rispetto per l’identità del luogo, hanno improntato tutta la sua attività ed anche l’impostazione di questa mostra.

Attraverso l'arte di due eminenti artisti svedesi contemporanei, la mostra esplora la relazione tra l'uomo e l'ambiente naturale, rivelando la ricca tessitura di suoni, colori e tradizioni del Nord. Britta Marakatt-Labba, con i suoi dettagliati ricami, e Lars Lerin, con i suoi sensibili acquerelli, offrono una visione unica e personale che va oltre la semplice rappresentazione visiva, toccando tematiche ambientali, culturali e sociali profonde.

La mostra a Como si collega tematicamente con la contemporanea esposizione "Britta Marakatt-Labba. Sylkvasse sting" (15 marzo - 25 agosto 2024) al Nasjonalmuseet di Oslo, che mette in risalto l'impegno dell'artista nella lotta per la consapevolezza ambientale e la difesa dei diritti degli indigeni dal punto di vista del popolo Sami.

La mostra a Como è inoltre arricchita da un’ampia gamma di eventi collaterali, tra cui la proiezione di "Historja", un documentario premiato che narra le lotte del popolo Sami per la difesa della propria terra e identità. Questo film, insieme a spettacoli di danza, musica ispirata dalla natura, e attività interattive per bambini, invita i visitatori a un'immersione totale nelle espressioni culturali e naturali del Nord.

Il percorso espositivo, progettato per coinvolgere i sensi in una profonda esperienza immersiva, si avvale di materiali naturali tipici del paesaggio nordico, come betulle, pini, muschi e legni, per trasportare i visitatori in uno spazio dove arte e natura si intrecciano indissolubilmente.

Attraverso questa mostra, si intende sollecitare una riflessione critica sulle interazioni tra l'uomo e l'ambiente, evidenziando come la bellezza e il valore del paesaggio siano intrinsecamente legati alle nostre azioni e al nostro modo di vivere. La mostra "Voci dal paesaggio nordico" ci ricorda l'importanza di ascoltare le "voci" del nostro pianeta, promuovendo un dialogo costruttivo sulla sostenibilità e sul rispetto dell'ambiente.

Scopri di più sulla mostra cliccando qui (testo in italiano e in inglese): 
https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/miscellanea/locandina_mostra_voci_paesaggio_nordico.pdf 


2.4.24

Lunedì 15 aprile, ore 18:30: conferenza di Giacomo Di Girolamo sul tema "Come cambia la mafia in Italia dopo l’arresto del boss Matteo Messina Denaro"

Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

siamo lieti di invitarvi alla conferenza del rinomato giornalista e scrittore Giacomo Di Girolamo, il quale ci parlerà di come cambia la mafia in Italia dopo l'arresto del boss Matteo Messina Denaro. L'evento avrà luogo lunedì 15 aprile alle ore 18:30 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscarsgate 56).

Vi incoraggiamo a partecipare numerosi per una serata dedicata all'approfondimento e alla riflessione su un tema di grande importanza per comprendere le dinamiche sociali e le strategie di contrasto attuali al fenomeno mafioso.

Come cambia la mafia in Italia dopo l’arresto del boss
Matteo Messina Denaro




Il 16 gennaio 2023 segna una svolta epocale nel mondo della criminalità: Matteo Messina Denaro, il temuto capo della mafia siciliana in latitanza dal lontano 1993, è finalmente catturato in una spettacolare operazione condotta dalle forze dell’ordine in Sicilia. Questa notizia fa rapidamente il giro del mondo, segnando un punto di svolta nella storia della criminalità organizzata.
Tra coloro che hanno seguito da vicino la sconvolgente carriera criminale di Matteo Messina Denaro c'è Giacomo Di Girolamo, rinomato giornalista e scrittore, il quale ha scritto la biografia del mafioso, svelando al mondo la sua spietata opera di morte e terrore nella provincia di Trapani e oltre i confini italiani.

L'arresto di Messina Denaro non segna solamente la fine di un'epoca per Cosa Nostra, ma solleva interrogativi cruciali: quale sarà il destino della mafia ora? Come si adatteranno le organizzazioni criminali a questa perdita? E soprattutto, quale sarà la nuova strategia da adottare per contrastare efficacemente questa piaga? A queste e a molte altre domande Giacomo Di Girolamo cercherà di dare una risposta durante la conferenza, attraverso l'analisi di video, immagini e materiali esclusivi. Questo evento rappresenta un'opportunità unica per esaminare da vicino questo momento cruciale nella lotta contro la criminalità organizzata e per discutere delle sfide e delle opportunità che si prospettano nel futuro a seguito della cattura di uno dei più oscuri e influenti capi criminali della storia moderna.

Giacomo Di Girolamo è un rinomato scrittore e giornalista, noto soprattutto per il suo impegno nell'indagine sulla mafia siciliana. Attualmente ricopre la posizione di direttore presso due importanti piattaforme di comunicazione: la radio RMC 101, una delle stazioni più ascoltate nella Sicilia occidentale, e il portale di informazione TP24.
La sua carriera si distingue per una serie di pubblicazioni di inchiesta che hanno gettato luce sulle intricate trame della mafia siciliana. Tra le sue opere più significative vi sono "Matteo Messina Denaro - L'invisibile", che ha avuto una riedizione nel 2023, e "Cosa grigia", altro importante contributo alla comprensione dei meccanismi criminali dell'isola.
La sua scrittura si distingue per un approccio investigativo e per l'accuratezza delle ricerche condotte sul campo. I suoi contributi giornalistici non si limitano alla scena nazionale, ma hanno un'eco internazionale, avendo scritto per diverse testate internazionali.
Il suo impegno nel giornalismo d'inchiesta non è passato inosservato: ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra cui il rinomato "Premiolino", considerato il principale riconoscimento giornalistico italiano e il "Premio Paolo Borsellino", conferito sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo


Giacomo Di Girolamo









24.3.24

Auguri di Buona Pasqua!

 


Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

in questo inizio di primavera, vogliamo rivolgervi i nostri più sinceri auguri di una Buona Pasqua, con la speranza che porti rinnovamento e gioia nelle vostre vite come nei nostri cuori. Riflettendo sui mesi passati, non possiamo che essere grati per la vostra partecipazione e il calore che avete portato ai nostri eventi, rendendoli momenti di condivisione culturale e di crescita personale.

A gennaio, abbiamo avuto il privilegio di ospitare due incontri eccezionali dedicati a Dante Alighieri, il cui genio continua a ispirarci. L'incontro con la prof.ssa Claudia Di Fonzo ha offerto un approfondimento unico sulle connessioni interdisciplinari tra letteratura, diritto e teologia nel contesto medievale, arricchendo il nostro apprezzamento per il sommo poeta.

A febbraio, la conferenza di Natalino Russo, "L'Italia è un sentiero", ci ha portato in un viaggio a piedi attraverso l'Italia, offrendoci una prospettiva umana e profonda sui paesaggi e sulla storia del nostro amato paese.

Marzo ci ha visti celebrare il Dantedì 2024, con Erik Ringen che ha saputo catturare l'essenza della Divina Commedia attraverso un'analisi attenta e appassionata del Purgatorio, dimostrando ancora una volta l'attualità e la profondità dell'opera di Dante.

Questi momenti trascorsi insieme rafforzano il nostro impegno a promuovere la cultura italiana e a mantenere vivo il dialogo su temi che arricchiscono il nostro patrimonio culturale.

Mentre ci avviciniamo alla pausa pasquale, vogliamo invitarvi a rimanere con noi nel cammino di scoperta e condivisione che riprenderà dopo le festività. Sono in programma altri eventi che siamo certi sapranno stuzzicare la vostra curiosità e il vostro amore per il grande patrimonio culturale italiano.

Non dimenticate di visitare il nostro sito e di cliccare su questo link per rimanere aggiornati sulle nostre attività future.

Auguriamo a voi e alle vostre famiglie una Pasqua serena e ricca di speranza.

Un caloroso saluto,

Il Consiglio Direttivo del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri

10.3.24

Lunedì 18 marzo, ore 18:30: evento dantesco per celebrare il Dantedì 2024

La sera del 18 marzo 2024, l'Istituto Italiano di Cultura (IIC), in collaborazione con il Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri, ha organizzato la quarta edizione del Dantedì:

Dantedì 2024: Opptur med Dante.
En reise gjennom Purgatoriet

 (Verso l’alto. Un viaggio attraverso il Purgatorio di Dante)

Conferenza di Erik Ringen

La serata è stata aperta dalla Direttrice dell'IIC, Raffaella Giampaola, e ha visto la partecipazione di un numeroso pubblico che ha accolto con entusiasmo l'ospite d'onore, Erik Ringen, traduttore dell'Inferno e del Purgatorio di Dante in lingua norvegese.
Durante la sua presentazione, Ringen ha abilmente analizzato alcuni dei temi e passaggi chiave delle cantiche dantesche dell'Inferno e del Purgatorio, offrendo al pubblico una visione esaustiva della Divina Commedia che ha catturato l'attenzione dei presenti.
Ha iniziato fornendo una breve panoramica dell'Inferno, con particolare enfasi sull'originalità della visione di Dante e sulla sua audacia nel creare un universo letterario così ricco e complesso. Con l'aiuto di immagini significative in PowerPoint, Ringen ha tra l'altro commentato la prima pagina della copia di Boccaccio della Commedia.
Successivamente, ha esaminato il Purgatorio, evidenziando la libertà poetica di Dante nel plasmare il proprio racconto, sottolineando che gran parte di esso è frutto della sua libera immaginazione, del tutto svincolata dalle tradizioni cattoliche dell'epoca.
In seguito, ha presentato estratti dal Canto III, evidenziando l'uso efficace delle similitudini da parte di Dante per descrivere comportamenti umani, emozioni e concetti anziché ricorrere ad aggettivi e verbi descrittivi diretti.
Ringen ha proseguito con i Canti X-XII, parlando della caducità della fama (illustrata con immagini di Cimabue e Giotto) e riflettendo sulla presunzione di Dante. Ha inoltre trattato i Canti sull'amore, concentrandosi soprattutto sui Canti XVII e XVIII.
La presentazione è continuata con un'analisi del Canto XXV, dove Stazio spiega a Dante la complessa procedura con cui si forma l'anima umana dopo il concepimento, un passaggio particolarmente difficile da tradurre a causa della sua distanza concettuale dalla nostra epoca.
Infine, Ringen ha esaminato alcune sfide specifiche relative alla traduzione della Commedia di Dante in norvegese, condividendo con il pubblico il suo approccio metodologico e le decisioni linguistiche cruciali che ha dovuto prendere. Queste includono la scelta di mantenere uno stile metrico rigoroso e le differenze tra il norvegese e l'italiano. Ha concluso il suo intervento parlando degli elementi che radicano la Commedia nel contesto storico di Dante e di quelli che la rendono sorprendentemente moderna.
Il pubblico ha accolto con entusiasmo ed interesse ogni argomento presentato da Ringen, dimostrando così vivo interesse e apprezzamento per il genio di Dante e per il lavoro di traduzione di Ringen. La serata si è conclusa con calorosi applausi per l'oratore e con le parole di ringraziamento del Presidente del Comitato della Dante di Oslo, Sergio Scapin,  che ha sottolineato l'importanza di celebrare insieme il Dantedì e di onorare il contributo immortale di Dante alla cultura mondiale.

Erik Ringen, con la sua lunga esperienza nel campo della traduzione, ha dimostrato di essere un custode diligente del patrimonio letterario dantesco. La sua traduzione dell'Inferno nel 2017 e del Purgatorio nel 2023, entrambe pubblicate dalla casa editrice Solum Bokvennen, hanno ricevuto ampi elogi e riconoscimenti, tra cui la nomination al "Kritikerprisen" per la miglior traduzione nel 2023. La sua profonda comprensione e la sua passione per l'opera di Dante hanno reso la serata un momento prezioso di riflessione e celebrazione.

Dantedì: giornata ispirata a quella che gli studiosi identificano come la data in cui avrebbe avuto inizio il viaggio nell’aldilà della Divina Commedia, quando il sommo poeta si perse nella “selva oscura”. Una giornata, pertanto, per ricordare in Italia e nel mondo il genio di Dante.
Questa iniziativa del Dantedì venne approvata dal Governo Italiano  il 17 gennaio 2020, in vista della commemorazione per il 700esimo anniversario della morte del Sommo Poeta, avvenuta il 14 settembre 1321, e si ripete ogni anno il 25 marzo.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo



Erik Ringen








21.2.24

Campagna tesseramento 2024

Campagna tesseramento 2024



Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

è giunto il momento di chiedervi di rinnovare la tessera di socio per il 2024.

Durante l'Assemblea Generale del 12 febbraio scorso, è stata confermata la quota annuale di NOK 500 per il 2024 per ciascun socio, mantenendo inalterato l'importo rispetto all'anno precedente. Vi invitiamo ad effettuare il pagamento della quota per il 2024 tramite il conto corrente bancario n. 0530.58.42968 a favore di "Dante Alighieri Comitato di Oslo" entro il 31 marzo 2024.

La vostra costante partecipazione e interesse nei confronti delle iniziative promosse dal nostro Comitato sono per noi fonte di grande apprezzamento. Auspichiamo vivamente che decidiate di proseguire il vostro sostegno anche per il 2024, consentendoci di arricchire ulteriormente la nostra offerta di eventi culturali legati all'immenso patrimonio culturale dell'Italia e di favorire occasioni di incontro tra i soci che, come voi, nutrono una profonda passione per il nostro Paese.

A breve, procederemo all'invio del bollino 2024 e della tessera di socio della Dante. Per scoprire i numerosi vantaggi offerti dalla tessera della Dante, vi invitiamo a consultare il seguente link:
https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/archivio/convenzioni_SDA.pdf

Vi segnaliamo inoltre la possibilità di esplorare il calendario dei nostri eventi per il 2024 al seguente indirizzo: https://oslo.dante.global/ 

Per chi esidera diventare socio del Comitato Dante Alighieri di Oslo, è possibile iscriversi tramite questo link: https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/socio.htm

Un ringraziamento speciale va a tutti i soci che hanno già provveduto al pagamento della quota per il 2024.

*****

2024 Medlemskapskampanje for Dante Alighieri-foreningen
i Oslo


Kjære medlemmer og venner av Dante Alighieri-foreningen i Oslo, 

Vi nærmer oss en ny periode og ønsker å minne om fornyelsen av medlemskapet for 2024.

Under generalforsamlingen den 12. februar ble det bekreftet at årskontingenten for 2024 vil være kr. 500,- per medlem, som holder beløpet uendret fra forrige år.  Vi oppfordrer dere til å utføre betalingen til bankkonto nr. 0530.58.42968, merket "Dante Alighieri Comitato di Oslo" innen 31. mars 2024.

Deres engasjement og interesse for våre kulturelle initiativer er uvurderlig, og vi håper dere velger å fornye deres støtte. Dette vil muliggjøre et rikere utvalg av arrangementer som feirer Italias rike kulturarv og fremmer samhold blant medlemmer med en felles lidenskap for Italia.

Innen kort vil dere motta 2024-merket samt medlemskortet til Dante, som åpner for mange eksklusive fordeler. For en fullstendig oversikt, besøk gjerne:
https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/archivio/convenzioni_SDA.pdf

Vi inviterer dere også til å utforske vår arrangementskalender for 2024 for å planlegge deltagelse i kommende begivenheter her: https://oslo.dante.global/  

Ønsker du å bli en del av Dante Alighieri-foreningen i Oslo? Registrer deg enkelt via denne lenken: https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/socio.htm 

En hjertelig takk til alle som allerede har bidratt med medlemsavgiften for 2024. Vi ser frem til et nytt år med berikende kulturelle opplevelser sammen.

30.1.24

Lunedì 12 febbraio, ore 18:30 – Conferenza di Natalino Russo sul tema “L’Italia è un sentiero”

Cari soci e amici del Comitato della Dante Alighieri di Oslo,

siamo lieti di convocarvi per l’Assemblea Generale dei soci, che si terrà lunedì 12 febbraio alle ore 18:00 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscarsgate 56).
A seguire, alle ore 18:30, il nostro ospite della serata, Natalino Russo, terrà una conferenza sul tema:

L'Italia è un sentiero



Natalino Russo presenterà una conferenza basata sul suo libro "L'Italia è un sentiero", pubblicato nel 2019 da Laterza. Nella conferenza, ci guiderà in un'esplorazione a piedi dell'Italia, attraverso paesaggi mozzafiato e percorsi storici. Viaggeremo insieme sui sentieri di montagna, le antiche vie di pellegrinaggio e i cammini che hanno segnato la storia della guerra. Questa è un'occasione unica per scoprire l'Italia camminando, riscoprendo un modo di viaggiare antico e profondamente umano.
Natalino Russo ci farà rivivere il camminare come esperienza fondamentale, un tempo l'unico modo per spostarsi prima dell'era di auto, treni e aerei. La sua conferenza ci offrirà una prospettiva diversa sui luoghi, permettendoci di sentirli più vicini e viverli più intensamente. Attraverso il racconto di vari itinerari - dai monti Lattari all'Aspromonte, dai percorsi degli anarchici nel Matese alla via Vandelli in Toscana e le trincee della Grande Guerra, fino ai sentieri religiosi e ai classici percorsi di escursionismo - Natalino ci invita a unire l'esperienza del cammino con la scoperta culturale e storica dell’Italia. La conferenza culminerà con il Sentiero Italia, un viaggio di seimila chilometri che attraversa l'intera penisola.

Natalino Russo, laureato in Scienze Naturali, come giornalista e fotografo si occupa soprattutto di viaggio. Ha collaborato con diverse riviste tra cui PleinAir, National Geographic, Dove, Internazionale, Meridiani, Le Scienze, Itinerari e luoghi e ha pubblicato oltre venti libri. Ha lavorato con varie case editrici, tra cui Touring Club Italiano e Skira. Tra i suoi ultimi libri: “L’Italia è un sentiero”, pubblicato da Laterza. Il suo sito è https://www.natalinorusso.it/

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo della Dante di Oslo



Natalino Russo
 Foto: Luigi Russo



Dolomiti
Foto: Natalino Russo


In cammino sulle strade lastricate della Saepinum romana
Foto: Natalino Russo


Monti Ernici. Monte Pozzotello
Foto: Natalino Russo 


Sulla cresta del monte Carega, Veneto
Foto: Natalino Russo


13.1.24

Invito Speciale: Eventi 'Dante Alighieri' mercoledì 17 gennaio alle 11:00 e lunedì 29 gennaio alle 18:30

Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

siamo lieti di annunciare due eventi significativi in questo mese di gennaio, incentrati sull'approfondimento della conoscenza di Dante Alighieri, il sommo poeta che ha dato il nome al nostro Comitato. Vi invitiamo calorosamente a partecipare a queste eventi speciali.

Entrambi gli eventi rappresentano occasioni imperdibili per gli appassionati di letteratura e cultura italiana, e per coloro che desiderano approfondire la loro conoscenza dell'opera di Dante Alighieri. Vi aspettiamo numerosi!

Il primo evento, in collaborazione con la Foss videregående skole e aperto ai soci e agli amici del Comitato, sarà una conversazione con la prof.ssa Claudia Di Fonzo, dal titolo Questioni di diritto e letteratura intorno a Dante Alighieri, che si svolgerà mercoledì 17 gennaio alle 11.00, nell'aula 03-02 a Nedre Foss, Vulkan 19.

La conversazione trarrà ispirazione dal recente libro di Claudia Di Fonzo, pubblicato nel settembre 2023, dal titolo 'Albedo iustitiae. Il peccato ermafrodito e altre questioni di diritto e letteratura'. Questo libro esplora come diritto, teologia e letteratura si influenzavano a vicenda nel Medioevo. Si concentra sulle idee di giustizia nella letteratura italiana dei primi anni del 1300, in particolare nelle opere di Dante e Cino da Pistoia, che erano amici e si influenzavano a vicenda. Dante, noto per aver scritto il primo trattato di diritto pubblico, "De Monarchia", e Cino, importante nella scuola di interpretazione giuridica e lodato da Dante nel “De vulgari eloquentia” come esemplare per la lirica amorosa, sono al centro di questa analisi. Il libro esamina anche il rapporto tra giustizia e sapienza, soprattutto nel "Convivio" di Dante, offrendo una nuova teoria sulla sua struttura, e la relazione tra il potere spirituale e temporale.
La Prof.ssa Di Fonzo, con una prestigiosa carriera accademica, offre una prospettiva unica su questi argomenti.
Questo incontro rappresenta un'opportunità ideale per coloro che sono interessati ad esplorare in modo più approfondito l'opera di Dante Alighieri, con particolare attenzione alle connessioni interdisciplinari tra letteratura, diritto e teologia nel contesto medievale.

Claudia Di Fonzo è una studiosa di letteratura medievale e di filologia dantesca. Si è laureata cum laude in Lettere presso l'Università degli Studi di Firenze nel 1994 e ha conseguito due dottorati in "Filologia dantesca" e in "Studi di Antichità, Medioevo e Rinascimento". Ha svolto ricerche presso l'Albert Ludwigs-Universität in Germania e alla University of Cambridge.
Di Fonzo ha lavorato come ricercatrice presso le Università di Chieti e di Teramo, focalizzandosi sul Dante politico e sulla documentazione medievale. È stata anche adjunct professor of Italian presso la New York University. Tra le sue pubblicazioni principali, si segnalano le edizioni critiche sulla Divina Commedia e l’"Ottimo commento".
Oltre a contribuire a diversi volumi accademici, ha scritto per riviste specializzate come "Studi Danteschi" e "L’Alighieri". È curatrice del sito Danteide dal 2001 ( www.danteide.net ) e attualmente insegna all'Università di Trento e al Liceo Leonardo da Vinci di Firenze.


Prof.ssa Claudia Di Fonzo

   ***
La seconda iniziativa è la proiezione esclusiva del film DANTE di Pupi Avati, un evento realizzato in sinergia con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo. La proiezione avrà luogo nella sala multimediale dell'Istituto (Oscars gt. 56, Oslo). Con una durata di 94 minuti, il film sarà proiettato con sottotitoli in inglese.


Concepito nel 2003 e prodotto in collaborazione con Rai per celebrare nel 2021 il 700° anniversario della scomparsa del sommo poeta, questo film ha conquistato un posto di prestigio nella scorsa stagione cinematografica italiana. Basato sull'opera di Giovanni Boccaccio, il film esplora la vita di Dante Alighieri da una prospettiva unica, presentata attraverso il racconto di Boccaccio stesso, magistralmente interpretato da Sergio Castellitto.

Sinossi del film: Nel settembre del 1350, Giovanni Boccaccio riceve l'incarico di consegnare dieci fiorini d'oro a Suor Beatrice, figlia di Dante Alighieri, come gesto simbolico di risarcimento per le ingiustizie subite dal padre. Dante, morto nel 1321, aveva trascorso gli ultimi vent'anni della sua vita in esilio, inseguito e condannato sia lui che i suoi figli maschi. La sua fama era cresciuta grazie alla diffusione della sua opera, la Commedia, nonostante alcune figure ecclesiastiche la considerassero diabolica.
Questo risarcimento da parte di Firenze, che aveva condannato Dante quasi mezzo secolo prima, rappresentava un tentativo di riconciliazione postuma con il poeta. Boccaccio, accettando questo incarico, intende svolgere un'indagine approfondita su Dante per raccontarne la storia umana e le ingiustizie che ha subito.
Durante il suo viaggio da Firenze a Ravenna, Boccaccio visita gli stessi luoghi in cui Dante aveva trovato rifugio o era stato respinto durante il suo esilio. Questo viaggio gli permette di ricostruire la vicenda umana di Dante e di narrarne la storia completa.
Il film si concentra sulla storia umana di Dante Alighieri, evidenziandone la grandezza e la fama mondiale.

Cast artistico: Sergio Castellitto, Alessandro Sperduti, Carlotta Gamba, Enrico Lo Verso, Alessandro Haber, Leopoldo Mastelloni, Gianni Cavina, Erica Blanc.

Pupi Avati ha iniziato la sua carriera dirigendo film horror ed è considerato uno dei più importanti registi italiani di questo genere, con titoli come La casa dalle finestre che ridono (1976) e Zeder (1983), che sono considerati capolavori. La sua filmografia come regista comprende quasi quaranta film e opere televisive. Ha collaborato alla sceneggiatura di Salò o Le 120 giornate di Sodoma (1976), diretto da Pier Paolo Pasolini.

Sergio Castellitto è un attore cinematografico e teatrale, sceneggiatore e regista italiano. È uno degli attori italiani più celebri. Tra i film più apprezzati dalla critica ricordiamo L’uomo delle stelle del 1995 e la commedia cinematografica Bella Martha (Ricette d'amore) del 2001. Nel 2008 è stato nominato tra i giurati del concorso del 61° Festival di Cannes.

7.1.24

Celebrazione del 50° anniversario del romanzo 'La storia' di Elsa Morante: Serie televisiva e conferenze in autunno con la Prof.ssa Elena Porciani e Oddvin Horneland



Carissimi soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

desideriamo innanzitutto esprimere i nostri più sinceri auguri di buon anno a tutti voi, con l'auspicio che il nuovo anno possa portarvi salute, gioia, serenità e, soprattutto, speranza di pace in un mondo attualmente turbato dai conflitti. 

Quest'anno ricorre il cinquantesimo anniversario della pubblicazione de "La storia", un capolavoro della letteratura italiana scritto da Elsa Morante e pubblicato nel 1974. Il romanzo ha lasciato un'impronta indelebile nella narrativa italiana grazie alla sua intensa rappresentazione della vita durante la Seconda Guerra Mondiale e il periodo post-bellico. Attraverso la storia di Ida Ramundo, una maestra vedova, e della sua famiglia a Roma, Morante esplora temi universali come la guerra, l'oppressione, la maternità e la lotta per la sopravvivenza in un mondo sconvolto dal conflitto e dalla violenza.

"La storia" si distingue per il suo profondo umanesimo e la sensibilità con cui affronta la condizione femminile e il tema dell'identità ebraica sotto il fascismo. La narrazione offre una prospettiva unica e commovente sulla storia italiana, rendendo il romanzo un'opera fondamentale per comprendere le dinamiche sociali e culturali del ventesimo secolo in Italia.

Per celebrare questo importante anniversario, la Rai, la televisione italiana, trasmetterà a partire da lunedì 8 gennaio 2024 uno sceneggiato televisivo diretto da Francesca Archibugi. La miniserie "La storia" andrà in onda ogni lunedì in prima serata su Rai Uno, per un totale di quattro puntate. Ogni episodio racconterà una parte della vita di Ida, dal 1941 fino al dopoguerra, evidenziando le sfide che deve affrontare come madre, come donna e come cittadina in un'epoca di profonda incertezza e cambiamento.

La trama del romanzo, e ora dello sceneggiato, si concentra su eventi cruciali della vita di Ida, come l'aggressione subita da un soldato tedesco e le conseguenze di questo atto sulla sua vita e quella dei suoi figli, Nino e Useppe. La storia si snoda attraverso la guerra e le sue devastazioni, la lotta per la sopravvivenza e la speranza di un futuro migliore. Il racconto di Morante è una testimonianza potente dell'umanità che persiste anche nelle circostanze più oscure, rendendo "La storia" un'opera letteraria di grande rilevanza.

Il nostro Comitato è lieto di annunciare che, in occasione del cinquantesimo anniversario della pubblicazione di "La storia", organizzerà una serie di eventi speciali per celebrare questo capolavoro letterario. Tra questi eventi, il 28 ottobre organizzerà una conferenza dedicata al romanzo, tenuta dalla professoressa Elena Porciani, una delle maggiori esperte italiane di Elsa Morante. Professoressa Associata in Letteratura italiana contemporanea presso l’Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’, la Prof.ssa Porciani offrirà approfondimenti e analisi dettagliate sull'opera e il suo impatto nella letteratura italiana. Vi invitiamo a prendere nota sin d'ora di questa data.

Inoltre, in una data successiva ancora da definire, avremo il piacere di ospitare una conferenza in lingua norvegese su "La storia", tenuta dal Consigliere del nostro Direttivo, Oddvin Horneland. Questo evento mira a estendere la risonanza e l'apprezzamento del romanzo a un pubblico internazionale, sottolineando la sua universalità e la rilevanza oltre i confini italiani.

Queste iniziative offrono un'occasione unica per immergersi nell'universo narrativo di Elsa Morante e per acquisire una maggiore comprensione delle tematiche e delle sfide presentate nel suo romanzo. Invitiamo tutti coloro che sono appassionati di letteratura e storia a non perdere la serie televisiva basata su "La storia", che verrà trasmessa da RaiUno a partire da lunedì 8 gennaio. Vi consigliamo inoltre di segnare fin da ora gli eventi culturali correlati a "La storia" previsti per l'autunno.

@followers