Manifesto

"... Quello che noi promuoviamo è un'opera altamente ed essenzialmente civile e pacifica ... " (Dal manifesto di fondazione della "Dante" - 1889)

11.4.24

Evento EUNIC: giovedì 25 aprile, ore 17:30 - "Bodø 2024 and the Network of Cultural Routes in Europe"

BODØ 2024 AND THE NETWORK OF CULTURAL ROUTES IN EUROPE

Il Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri è lieto di invitare i soci interessati alla tavola rotonda: "Bodø 2024 and the network of Cultural Routes in Europe” , che si terrà all’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscars 56), giovedì 25 aprile dalle 17:30 alle 19:30. La tavola rotonda è organizzata dal "Cluster EUNIC Norvegia" in collaborazione con "Bodø 2024" e il Consiglio Culturale Norvegese (“Norsk Kulturråd”). NB! La tavolta rotonda si terrà in lingua inglese. 

La tavola rotonda, tra l'altro, discuterà il progetto "Via Querinissima", che si basa sul naufragio e il soggiorno a Røst del navigatore veneziano Pietro Querini nel 1432: https://viaquerinissima.net e https://rost.kommune.no/via-querinissima-pa-rost/hva-er-via-querinissima-article1179-1089.html . Per ulteriori informazioni sulla tavola rotonda, visita:
https://iicoslo.esteri.it/it/gli_eventi/calendario/bodo-2024-and-the-network-of-cultural-routes-in-europe/

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Si consiglia ai soci interessati di arrivare presto.

Si sottolinea infine che EUNIC (Istituti Nazionali della Cultura dell'Unione Europea) rappresenta un organismo di cooperazione tra i dipartimenti culturali delle ambasciate europee e gli istituti culturali a Oslo, e che il Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri ne fa parte a pieno titolo.

*** *** ***

Dante Alighieri-foreningen i Oslo har gleden av å invitere interesserte medlemmer til en konferanse kalt "Bodø 2024 and the network of Cultural Routes in Europe” . Arrangementet vil finne sted ved Det italienske kulturinstituttet, Oscars gate 56, torsdag den 25. april, kl. 17:30 - 19:30. Konferansen arrangeres av "EUNIC Cluster Norway» i samarbeid med "Bodø 2024" og Norsk kulturråd. NB! Konferansen vil bli holdt på engelsk. 

Konferansen vil bl.a. omtale prosjektet «Via Querinissima», som tar utgangspunkt i den venezianske sjøfareren Pietros Querinis forlis og opphold på Røst i 1432: https://viaquerinissima.net og https://rost.kommune.no/via-querinissima-pa-rost/hva-er-via-querinissima-article1179-1089.html. Se videre omtale av konferansen her: https://iicoslo.esteri.it/it/gli_eventi/calendario/bodo-2024-and-the-network-of-cultural-routes-in-europe/

Vi gjør oppmerksom på at det vil være reserverte plasser for spesielt inviterte gjester. For andre vil prinsippet om "først til mølla» gjelde. Interesserte medlemmer av vår forening anbefales derfor å være tidlig ute.

Note: EUNIC (European Union National Institutes for Culture) er et samarbeidsorgan mellom europeiske ambassaders kulturavdelinger og kulturinstitutter i Oslo, der også Dante Allighieri-foreningen er fullverdig medlem.



IIC, 25.04 - 17.30: ROUND TABLE:

Bodø 2024 and the network of Cultural Routes in Europe

The European Union National Institutes for Culture – EUNIC Cluster Norway is presenting an international round table with panelists and experts debating on the role and potential of the European Capitals of Cultures and the network of the Cultural Routes in Europe. The discussion will investigate the relation between cultural heritage promotion and sustainability, sustainable tourism, technology and cultural promotion, with the aim, among others, to gain and spread knowledge about the possibilities of using media and digital techniques in the area of tourism. During the event some European Routes and the territories they cross by will be presented, along with two of this year’s European Capitals of Culture, the Bodø 2024 project and the Bad Ischl Salzkammergut 2024 project. A further investigation will be done into the long-term effects that these projects aspire to, or have already achieved. The event is in collaboration with the Norwegian Directorate of Culture.

Closing up the event, a small reception, and a virtual tour with VR visors will be offered.

Participating countries: Austria; Latvia; Spain; Portugal; Italy; Norway.

PROGRAM:

Moderator: Inga-Lill Sundset, Head of the section for cultural heritage and museums – Directorate of Culture, in charge for the promotion of cultural itineraries in Norway
  • Henrik S. Dagfinrud, Programme Director Bodø 2024
  • Stefan Heinisch, Head of Communication and Marketing of Bad Ischl Salzkammergut2024 and responsible for “Coordination Mobility, Tourism & Regional development” (Embassy of Austria)
  • Stefano Agnoletto, project manager from Via Querinissima for Nordland County (Italian Cultural Institute, Comitato Dante Alighieri)
  • Dr. arch. Ms Agrita Tipāne, Ms Jūlija Trofimova, from Art Nouveau Center Riga (Embassy of Latvia)
  • Ana Umbelino, Councilor for Culture at the Torres Vedras Municipality, President of the European Network of Cities and Regions for Social Economy, Executive Vice-president of the European Federation of Napoleonic Cities, Vice-president of the Jewish Quarters Network - Portuguese Routes of Sefarad (Embassy of Portugal)
  • Pilar Taboada de Zúñiga, PhD, Director of the International Courses for the Universidad de Santiago de Compostela (Embassy of Spain)
  • Case study: Kristian Mosvold, from the network Agder XR, and Espen Frøysland, CEO Lindesnes Fyr Museum, talking about the use of new technologies in promoting cultural heritage and about the project of scanning lighthouses (Norway)

8.4.24

Mostra "Voci del paesaggio nordico: Britta Marakatt-Labba e Lars Lerin" alla Pinacoteca civica di Como (12 aprile - 13 ottobre 2024)

 



Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

abbiamo il piacere di informarvi che prossimamente presso la Pinacoteca civica di Como aprirà la mostra "Voci dal paesaggio nordico con l’arte di Britta Marakatt-Labba e Lars Lerin". Questa mostra, curata dagli architetti Marina Botta e Davide Adamo, è programmata dal 12 aprile al 13 ottobre 2024 e si preannuncia come una profonda riflessione artistica e culturale sul paesaggio nordico.

La curatrice Marina Botta ha portato nella concezione di questa mostra un approccio profondamente influenzato dalle teorie dell’eminente architetto norvegese Christian Norberg-Schulz, sotto la cui guida ha trascorso un periodo di studio e ricerca alla facoltà di architettura di Oslo. Le teorie di C. Norberg-Schulz sulla percezione dello spazio esistenziale basata sulle esperienze dell’individuo e sull’approccio fenomenologico verso l’architettura, in cui è fondamentale il rispetto per l’identità del luogo, hanno improntato tutta la sua attività ed anche l’impostazione di questa mostra.

Attraverso l'arte di due eminenti artisti svedesi contemporanei, la mostra esplora la relazione tra l'uomo e l'ambiente naturale, rivelando la ricca tessitura di suoni, colori e tradizioni del Nord. Britta Marakatt-Labba, con i suoi dettagliati ricami, e Lars Lerin, con i suoi sensibili acquerelli, offrono una visione unica e personale che va oltre la semplice rappresentazione visiva, toccando tematiche ambientali, culturali e sociali profonde.

La mostra a Como si collega tematicamente con la contemporanea esposizione "Britta Marakatt-Labba. Sylkvasse sting" (15 marzo - 25 agosto 2024) al Nasjonalmuseet di Oslo, che mette in risalto l'impegno dell'artista nella lotta per la consapevolezza ambientale e la difesa dei diritti degli indigeni dal punto di vista del popolo Sami.

La mostra a Como è inoltre arricchita da un’ampia gamma di eventi collaterali, tra cui la proiezione di "Historja", un documentario premiato che narra le lotte del popolo Sami per la difesa della propria terra e identità. Questo film, insieme a spettacoli di danza, musica ispirata dalla natura, e attività interattive per bambini, invita i visitatori a un'immersione totale nelle espressioni culturali e naturali del Nord.

Il percorso espositivo, progettato per coinvolgere i sensi in una profonda esperienza immersiva, si avvale di materiali naturali tipici del paesaggio nordico, come betulle, pini, muschi e legni, per trasportare i visitatori in uno spazio dove arte e natura si intrecciano indissolubilmente.

Attraverso questa mostra, si intende sollecitare una riflessione critica sulle interazioni tra l'uomo e l'ambiente, evidenziando come la bellezza e il valore del paesaggio siano intrinsecamente legati alle nostre azioni e al nostro modo di vivere. La mostra "Voci dal paesaggio nordico" ci ricorda l'importanza di ascoltare le "voci" del nostro pianeta, promuovendo un dialogo costruttivo sulla sostenibilità e sul rispetto dell'ambiente.

Scopri di più sulla mostra cliccando qui (testo in italiano e in inglese): 
https://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/miscellanea/locandina_mostra_voci_paesaggio_nordico.pdf 


2.4.24

Lunedì 15 aprile, ore 18:30: conferenza di Giacomo Di Girolamo sul tema "Come cambia la mafia in Italia dopo l’arresto del boss Matteo Messina Denaro"

Cari soci e amici del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri,

siamo lieti di invitarvi alla conferenza del rinomato giornalista e scrittore Giacomo Di Girolamo, il quale ci parlerà di come cambia la mafia in Italia dopo l'arresto del boss Matteo Messina Denaro. L'evento avrà luogo lunedì 15 aprile alle ore 18:30 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscarsgate 56).

Vi incoraggiamo a partecipare numerosi per una serata dedicata all'approfondimento e alla riflessione su un tema di grande importanza per comprendere le dinamiche sociali e le strategie di contrasto attuali al fenomeno mafioso.

Come cambia la mafia in Italia dopo l’arresto del boss
Matteo Messina Denaro




Il 16 gennaio 2023 segna una svolta epocale nel mondo della criminalità: Matteo Messina Denaro, il temuto capo della mafia siciliana in latitanza dal lontano 1993, è finalmente catturato in una spettacolare operazione condotta dalle forze dell’ordine in Sicilia. Questa notizia fa rapidamente il giro del mondo, segnando un punto di svolta nella storia della criminalità organizzata.
Tra coloro che hanno seguito da vicino la sconvolgente carriera criminale di Matteo Messina Denaro c'è Giacomo Di Girolamo, rinomato giornalista e scrittore, il quale ha scritto la biografia del mafioso, svelando al mondo la sua spietata opera di morte e terrore nella provincia di Trapani e oltre i confini italiani.

L'arresto di Messina Denaro non segna solamente la fine di un'epoca per Cosa Nostra, ma solleva interrogativi cruciali: quale sarà il destino della mafia ora? Come si adatteranno le organizzazioni criminali a questa perdita? E soprattutto, quale sarà la nuova strategia da adottare per contrastare efficacemente questa piaga? A queste e a molte altre domande Giacomo Di Girolamo cercherà di dare una risposta durante la conferenza, attraverso l'analisi di video, immagini e materiali esclusivi. Questo evento rappresenta un'opportunità unica per esaminare da vicino questo momento cruciale nella lotta contro la criminalità organizzata e per discutere delle sfide e delle opportunità che si prospettano nel futuro a seguito della cattura di uno dei più oscuri e influenti capi criminali della storia moderna.

Giacomo Di Girolamo è un rinomato scrittore e giornalista, noto soprattutto per il suo impegno nell'indagine sulla mafia siciliana. Attualmente ricopre la posizione di direttore presso due importanti piattaforme di comunicazione: la radio RMC 101, una delle stazioni più ascoltate nella Sicilia occidentale, e il portale di informazione TP24.
La sua carriera si distingue per una serie di pubblicazioni di inchiesta che hanno gettato luce sulle intricate trame della mafia siciliana. Tra le sue opere più significative vi sono "Matteo Messina Denaro - L'invisibile", che ha avuto una riedizione nel 2023, e "Cosa grigia", altro importante contributo alla comprensione dei meccanismi criminali dell'isola.
La sua scrittura si distingue per un approccio investigativo e per l'accuratezza delle ricerche condotte sul campo. I suoi contributi giornalistici non si limitano alla scena nazionale, ma hanno un'eco internazionale, avendo scritto per diverse testate internazionali.
Il suo impegno nel giornalismo d'inchiesta non è passato inosservato: ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra cui il rinomato "Premiolino", considerato il principale riconoscimento giornalistico italiano e il "Premio Paolo Borsellino", conferito sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo


Giacomo Di Girolamo